VIP 2446 punti

CHE COS’E’ L’IMPRONTA ECOLOGICA

L’Impronta Ecologica è un metodo per calcolare quanti ettari di territorio (superficie bioproduttiva) sono necessari a una persona o a un Paese per mantenere un determinato un determinato livello di consumi.
Infatti sia il consumo di energia e di materie prima,sia lo smaltimento dei rifiuti prodotti hanno bisogno della capacità produttiva o di assorbimento di una determinata superficie di terra e di acqua: se questa è maggiore di quella disponibile significa che il livello dei consumi non è sostenibile.
Il calcolo dell’Impronta considera sette tipi di territorio (coltivabile,pascolo,foresta,area marina di pesca,terreno per energia,costruito, per la biodiversità) e alcune categorie di consumo (alimenti,abitazioni,trasporti,beni di consumo,rifiuti,servizi).
Ogni anno il Living Planet Report, edito in Italia dal WWF, aggiorna e pubblica l’Impronta Ecologica relativa a 152 Paesi, dove risiede l’80% della popolazione mondiale.

Secondo questi calcoli, ogni abitante del pianeta dispone di 1,8ettari di terreno da cu trarre il proprio sostenimento e su cui riversare i propri rifiuti. Tuttavia la popolazione della Terra consuma assai di più, in media 2,2ettari.
Poi vi sono le ovvie differenze: ogni cittadino degli Stati Uniti infatti,ha bisogno di una superficie peri a 18 campi di calcio (Impronta Ecologica 9,6), un valore cinque volte superiore a quello sostenibile.
A ogni cittadino eritreo, invece è sufficiente meno della metà di un campo di calcio (Impronta 0,63). In Italia servono otto campi di calcio (Impronta 3,8) : se tutti avessero un livello di consumo pari al nostro ,per soddisfare le loro necessità un Terra sola non basterebbe,ma ne servirebbero 2,3.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email