Ominide 13147 punti

Circondata da una splendida collana di isole, la Grecia si slancia in forma di penisola nel caldo Mediterraneo, che in questa zona prende il nome di Mar Egeo. La sua distesa blu cobalto è increspata dai venti estesi e dal meltema, il secco vento estivo, mentre l'umido e afoso scirocco batte sulle coste di Creta, la grande isola che chiude, a meridione, il territorio greco. Il mare circonda gli arcipelaghi e penetra nelle coste frastagliate, richiamando sui suoi litorali la popolazione. L'interno del paese è montuoso, poco abitato, solcato da valli che rendono difficili le comunicazioni. Patria di una delle più splendide civiltà, quella della Grecia "classica" il paese è oggi, con i suoi monumenti, le bellezze paesaggistiche, le spiagge da sogno e l'ospitalità della sua gente, una delle mete turistiche più amate. Fin dell'antichità, i Greci hanno abbattuto le loro foreste, un tempo fittissime. La necessità di procurarsi legname da costruzione per le navi e le case, il bisogno di pascoli e di terra coltivabile sono alla base del disboscamento, che ha molto impoverito la flora della penisola balcanica. L'ulivo, pianta "nazionale" cresce fino a 700 m di altezza, nella Grecia meridionale, grazie al clima caldo e asciutto. Più in alto vivono castagni e conifere. Nelle zone costiere, spesso alte e rocciose, prospera la magnifica, profumata macchia mediterranea. Alcune specie di animali, anticamente comumi, stanno diventando sempre più rare: in isolate grotte marine, un ospite d'eccezione, la foca monaca.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email