Le fonti di energia

Grande importanza hanno le materie prime che, come il petrolio o l'acqua, possono essere sfruttate come fonti di energia rinnovabili.
Negli ultimi venti anni, la produzione e il consumo di energia nel mondo sono quasi raddoppiate: il loro uso crescente ha riguardato soprattutto l'America settentrionale, l'Europa, il Giappone, ma anche la Cina e altri Paesi in via di industrializzazione.
Per lungo tempo l'energia necessaria all'umanità è stata fornita dal legname e, successivamente, dal carbone. Dalla fine del XIX secolo la materia prima più richiesta divenne il petrolio, con i suoi derivati (nafta, gasolio, benzine, GPL ecc.).

Negli ultimi tempi sono aumentate le richieste dei gas naturali (dai quali si ottengono composti chimici come il metano) e delle fonti nucleari di energia. Sull'utilizzo di questo tipo di fonte energetica è però aperto un dibattito in quanto sono molti coloro che la ritengono troppo rischiosa. L'utilizzo del carbone è rimasto stabile, nonostante sia molto inquinante, ed è ancora molto utilizzato, ad esempio, in un Paese in espansione economica come la Cina. Appare infine in aumento il ricorso alle fonti naturali rinnovabili, come il Sole, il vento o le maree, le cosiddette energie alternative al petrolio e al nucleare, ma si tratta ancora di uso limitato rispetto al consumo mondiale di fonti di energia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email