Ominide 8039 punti

Croazia - demografia e modelli urbani, popoli e culture

La popolazione si concentra soprattutto lungo la costa, nella pianura interna orientale e nell'estesa area metropolitana della capitale. La regione montuosa è pressocchè disabitata. Le città importanti si trovano lungo la costa.
La capitale del Paese è Zagabria, sorta sulla sinistra del fiume Sava, nel settore settentrionale del Paese. E' il maggiore polo industriale, commerciale e culturale della Croazia.
Rijeka, a nord, è il principale porto della Croazia; fu fondata dai veneziani e per alcuni anni, dal 1924 al 1947, appartenne all'Italia.
Più a sud si trova Zadar, fronteggiata e protetta da una fila di isole. L'impianto urbano ha conservato l'impronta datale dai veneziani. Oggi è un porto peschereccio dotato di impianti per la lavorazione del pesce. Split, capoluogo della Dalmazia, nasconde nel suo cuore il palazzo di Diocleziano, vero gioiello dell'architettura romana. E' un importante centro industriale.

Ancora più a sud, lungo la costa adriatica si trova Dubrovnik, città d'arte e attivo centro culturale, ricca di monumenti medievali e rinascimentali.
Greci e romani colonizzarono il territorio croato che fu poi invaso da popoli provenienti da oriente e nel XII secolo entrò a far parte dell'impero asburgico. Alla fine della Prima guerra mondiale, la Croazia si unì alle altre nazioni balcaniche nel Regno di Iugoslavia e nel 1945 divenne una delle repubbliche federate di Iugoslava. Nel 1991 la Croazia si è proclamata indipendente, suscitando la reazione della minoranza serba che vive nelle regioni della Krajina e della Slavonia, al confine con Bosnia e Serbia. Il conflitto si è concluso nel 1998, quando i croati hanno riconquistato questi territorio.
La maggior parte della popolazione è di origine slava e di religione cattolica (croati), ma sono presenti consistenti comunità di serbi di religione ortodossa. In Croazia vive una comunità italiana di circa 30 mila persone, molte delle quali abitano in Istria, regione italiana fino alla Seconda guerra mondiale. Agli italiani è stata riconosciuta una limitata autonomia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email