Video appunto: Catene montuose dell’Europa centrale

Catene montuose dell’Europa centrale



L’Europa centrale è contraddistinta da numerose catene montuose che delineano in modo caratteristico e inequivocabile il paesaggio. La loro altezza è molto rilevante: nei punti più elevati le vette sfiorano il chilometro di altezza. Il modo in cui oggi appaiono è il frutto di milioni di anni in cui le vette hanno subito costanti modifiche, fino a giungere all’attuale conformazione.

Le principali catene montuose dell’Europa centrale, anch’esse di origine molto antica, raggiungono in media i 1000 metri di altitudine e sono: il Massiccio Centrale in Francia, i Vosgi tra Francia, Svizzera e Germania, la Selva Nera e il Massiccio Scistoso Renano in Germania e la Selva Boema tra Germania, Austria e Repubblica Ceca.

I rilievi dell’Europa meridionale sono i più giovani, formatisi tra 65 e 2 milioni di anni fa: sono per questo più elevati, con versanti aspri e vette aguzze. Procedendo da ovest a est, i più importanti sono: i Pirenei, da sempre un fondamentale punto di riferimento e di attrazione; il Golfo di Biscaglia, sull’Atlantico, e il Mediterraneo, segnando il confine tra Spagna e Francia.
La Penisola Italiana è contrassegnata dalle Alpi e dagli Appennini. Il sistema dei Balcani è costituito dalle Alpi Dinariche e dalla catena del Pindo; nell’Europa centro-orientale troviamo i Carpazi, che si estendono con la loro forma ad arco fino alla Romania, mentre tra il Mar Nero e il Mar Caspio è situata la catena montuosa del Caucaso.