L'Africa (il cui termine deriva da farag=separazione) è divisa in due:
-l'Africa Bianca Nordsahariana colonizzata da Fenici, Romani, Arabi e Bizantini;
-l'Africa Nera Subsahariana abitata da popolazioni autoctone.
Oggi in Africa vi abitano Sudanesi (tra il deserto del Sahara e il Golfo di Guinea), Bantu (nel centro-meridione), Pigmei (nelle foreste equatoriali), Nilotici (a Oriente), Arabi e Indo-Pakistani (a Sud),
Boscimani-Ottentotti (a Sud-Ovest), Etiopi (nel Corno d'Africa), Malgasci (popoli provenienti dal Sud-Est Asiatico e dall'Arabia), Afrikaner (popolazione bianca di origine europea che si trova nell'Africa Australe e che discende dai Boeri), Neri (popoli autoctoni del Ciad, del Marocco e dell'Angola) e Inglesi (nei Paesi membri del Commonwealth). Mentre l'Africa Nera è autonoma ed è unita grazie alla religione e alla cultura, l'Africa Bianca (con una cultura arabo-berbera) si è unita al Vicino Oriente dove vige l'islamismo.

Lingue: Arabo (lingua omogenea dell'Africa), Swahili (lingua grammaticalmente bantu nata ad Oriente dell'Africa), lingue sudanesi, lingue semitiche, inglese e francese (lingue portate dai colonizzatori).
Religioni: prima dei missionari, erano praticati i culti tribali, poi si diffusero l'Islamismo, il Cristianesimo Copto (diffuso in Etiopia e in Egitto), il Cattolicesimo e il Protestantesimo.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email