VIP 2446 punti

ASIA:
I FIUMI E I LAGHI

Una parte notevole del territorio asiatico è povera di acqua,come l’altopiano iranico e il Medio Oriente,dove i fiumi principali sono il Giordano, che si getta nel Mar Morto (un lago salato), l’Eufrate e il Tigri,che sfociano nel Golfo Persico formando un unico corso d’acqua chiamato Shatt al-Arab.
Molti fiumi sono temporanei, o svaniscono per la forte evaporazione oppure vanno a gettarsi in laghi salati.
Il resto del continente,invece, è attraversato da un gran numero di corsi d’acqua, fra i maggiori del mondo per lunghezza, che nascono tutti nelle alte catene montuose centrali.
Alcuni scorrono lentamente verso il Mar Glaciale Artico e sono per ampi tratti ghiacciati d’inverno (Ob,Enisej e Lena).
I fiumi più ricchi di acque e più importanti ai fini del popolamento sono quelli che si dirigono verso l’Oceano Indiano e il Pacifico: la Penisola Indiana è percorsa dai fiumi Indo,Gange e Brahmaputra, mentre l’Huang He (Fiume Giallo) e il Chang Jiang (Fiume Azzurro) attraversano la Cina e il Mekong l’Indocina.

Tra i laghi il maggiore è il Mar Caspio, residuo,come il Lago d’Aral, di un antico mare interno; altri, come il Bajkal (in Siberia) e il Mar Morto (al confine tra Giordania e Israele),occupano profonde depressioni.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email