Genius 20044 punti

Le acque superficiali


I fiumi
Gli ambienti montani, collinari e pianeggianti sono il risultato di un millenario lavoro compiuto dai ghiacciai e dai fiumi, che hanno scavato valli e trasportato acqua verso le pianure e il mare. Ogni fiume raccoglie una quantità di acque che, da un territorio più o meno ampio, sono trasferite nel suo alveo, cioè il letto dove scorrono le sue acque, attraverso una rete di affluenti. Questi affluenti sono a loro volta alimentati da torrenti. Questo territorio è chiamato "bacino fluviale" per mettere in evidenza che costituisce il serbatoio da cui il fiume trae l'acqua che trasporta. Ogni singolo fiume possiede un proprio bacino: si passa dal vasto bacino del Po fino ai piccoli bacini delle fiumare della Calabria.


L'uomo e il fiume: un difficile equilibrio

Il fiume è una risorsa preziosa per l'uomo ma può anche rivelarsi un grave pericolo, soprattutto quando l'intervento umano altera in modo eccessivo l'equilibrio naturale. Le più gravi alluvioni infatti sono sempre causate anche da errati interventi operati dall'uomo sul territorio.

I laghi

Giunto ai piedi della pianura il fiume scorre pigramente, dirigendosi verso un corso d'acqua principale, come accade per i fiumi che discendono dalle Alpi occidentali e centrali che si gettano nel Po oppure verso il mare,come accade per i fiumi che discendono dalle Alpi orientali e si riversano nel mar Adriatico. Nella fascia di contatto tra collina e pianura, l'antico ghiacciaio potrebbe aver scavato una conca, oggi occupata da un lago, detto appunto lago prealpino. I laghi Maggiore (diviso tra Piemonte e Lombardia) e Garda (diviso tra Lombardia e Veneto), i più estesi d'Italia, hanno appunto questa origine. Essi possiedono paesaggi molto belli sia per la dolcezza del clima sia per la ricchezza della vegetazione, cosicché hanno permesso un notevole sviluppo del turismo. I laghi si possono formare in vari modi; in Italia molti sono di origine vulcanica in quanto nati da un accumulo di acqua nel cratere di un vulcano ormai spento.

Ricordiamo la furia della Dora Baltea presso Ivrea durante l'alluvione dell'autunno 2000.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Acque sotterranee (2)