Ominide 11269 punti

I laghi d’Italia


In tutte le regioni italiane si trovano laghi grandi o piccoli che con la loro azzurra distesa rallegrano il paesaggio e esplicano spesso funzioni importantissime per la vita dell’uomo. La Regione Italiana, in proporzione alla sua superficie, è infatti la seconda in Europa per numero di laghi; la prima è la Regione Finno-Scandinava, che ne ha un numero elevatissimo.
A seconda della loro origine, i laghi italiani si distinguono in naturali e artificiali e, a seconda della posizione geografica, in alpini, prealpini, appenninici o peninsulari e costieri.
Laghi alpini: I laghi alpini, incastonati come gemme tra prati verdeggianti, rupi di madreperla, cupe foreste o candide nevi, sono i più numerosi e tipici. Sono di modeste proporzioni e devono, per solito, la loro origine a escavazioni glaciali. Non c’è tratto della catena alpina che non ne possegga di bellissimi; i più ammirati sono i laghi di Carezza, di Misurina e di Braies, nelle Dolomiti. Numerosi sulle Alpi sono pure i laghi artificiali, ottenuti mediante la costruzione di dighe di sbarramento e utilizzati per la produzione di energia elettrica o per l’irrigazione.
Fra il Trentino, la Lombardia e il Veneto si distende il Lago di Garda o Benaco, il più vasto dei laghi italiani. Il Garda gode di un clima eccezionalmente mite, tanto che sulle sue sponde crescono alberi proprio di latitudini più meridionali. Suo immissario è il Sarca, che esce dal lago a Peschiera con il nome di Mincio. Nel bacino meridionale del Garda si protende l’incantevole peni soletta di Sirmione, celebrata dal poeta latino Catullo come “la pupilla delle isole e delle penisole”. Ai piedi delle Prealpi, nelle conche moreniche di antichi ghiacciai, si trovano numerosi laghetti, tra i quali: in Piemonte, il Lago di Viverone; in Lombardia il Lago di Varese, di notevole ampiezza, i laghi briantei e il Lago di Endine.
Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove