Ominide 643 punti

La scala centigrada


Della temperatura non si esegue mai una misura diretta. Ogni tipo di ter- mometro infatti, le variazioni di una particolare proprietà termometrica, ovvero di una delle grandezze che dipendono dalla temperatura: nei termometri a liquido la proprietà termometrica è l'altezza raggiunta dal liquido lungo il tubicino.

Per misurare la temperatura è necessario tarare lo strumento, cioè costruire una scala che associ a ogni valore della proprietà termometrica un preciso valore della temperatura. Nella scala Celsius o scala centigrada, proposta dallo svedese Anders Celsius nel 1742, si assegnano i valori 0 °C (zero gradi centigradi alla temperatura del ghiaccio fondente alla pressione di 1 gradi centigradi) alla temperatura di ebollizione dell'acqua, sempre alla pressione di 1 atm Per tarare un termometro a liquido si mette a contatto lo strumento prima con ghiaccio fondente e poi con il vapore sprigionato dall'acqua bollente.

Si segnano i livelli raggiunti nei due casi dalla colonna liquida e, assumendo che la relazione fra la variazione di altezza della colonna e la temperatura sia lineare, si suddivide l'intervallo in 100 parti uguali, ognuna delle quali corrisponde alla variazione di temperatura di 1 grado (1 °C). La graduazione del termometro può essere estesa anche al di sotto di 0 °C e al di sopra di 100 oC.

Hai bisogno di aiuto in Termodinamica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove