Ominide 125 punti

Esperimenti:
Oersted: danese che nel 1820 compie un esperimento e dimostra la correlazione tra fenomeni elettrici e magnetici (corrente- magnete)
Egli utilizza due supporti metallici sui quali fissa un filo conduttore e orienta i supporti in direzione nord e sud. Sotto il filo dispone un ago magnetico e lo collega con altri conduttori e ad un generatore. (La corrente va da + a -).
Il campo si dispone in direzione ortogonale al filo. L'ago magnetico ruota e si hanno sud uscente e nord entrante. Se inverto i morsetti dei cavi collegati al generatore l'ago magnetico si orienta in modo che il sud sia entrante e il nord uscente.
Egli scopre quindi che la forza che agisce tra campo elettrico e campo magnetico non è sulla congiungente ed essa non è ne attrattiva ne repulsiva. Le linee di campo generate da un filo percorso da corrente sono delle circonferenze concentriche. Per la regola della mano destra se la corrente va verso l'alto → verso antiorario, se va verso il basso → verso orario.

All'interno di un solenoide c'é un campo magnetico elettrico uniforme. L'intensità del campo magnetico percorso da corrente è → B= K i/r. Quindi l'intensità è direttamente proporzionale all'intensità di corrente che passa nel filo e inversamente proporzionale alla distanza del filo dal campo magnetico.
Faraday: Faraday scopre che un filo percorso da corrente, in un campo magnetico, subisce una forza.
Egli considera un magnete a ferro di cavallo, che genera un campo magnetico uniforme e pone un filo in mezzo al ferro, in direzione perpendicolare alle linee di campo. Il filo è attaccato a due supporti metallici che verranno chiamati “supporto di destra” e “supporto di sinistra”. Se esso non è percorso da corrente resta fermo, se viene collegato ad un generatore a seconda del verso della corrente il filo si sposta:
Il filo va verso l'interno (forza entrante): La corrente va dal supporto destro a quello sinistro e il campo da nord a sud.
Il filo va verso l'esterno (forza uscente): La corrente va dal supporto sinistro al destro e il campo da sud a nord.
Campo elettrico, corrente e forza sono ortogonali tra di loro.
F α l (lungh. Filo) F α B (campo magnetico) F α i (int. Di corrente) F α θ
Scopre che F= il x B (prodotto vettoriale) / F=ilBsenθ (per il prodotto vettoriale uso x, per uno scalare uso il puntino)
La direzione è perpendicolare al piano formato dai due vettori (ortogonale). Il verso è sempre uscente dal palmo.
Ampere: Dopo gli esperimenti di Oersted e Faraday Ampère sa che la corrente genera un campo magnetico e subisce una forza magnetica e quindi dimostra l'esistenza di una forza magnetica tra due fili percorsi da corrente: ciascuno genera un campo magnetico e subisce la forza di quello dell'altro filo.
Egli verifica che due fili rettilinei e paralleli si attraggono se sono attraversati da correnti con lo stesso verso e che due fili attraversati da correnti di segno opposto di respingono.
Le correnti producono un campo magnetico con linee di forza circolari.
La corrente va in alto ed è in senso antiorario il campo magnetico si attorciglia attorno al filo 1. La forza a cui è sottoposto il filo 2 è la forza generata dal filo 1 sul filo 2.
F1-2= i2lB1sen90° → i2lB1
Detrrminare l'intensità di forza: B1= k i1/r lo sostituisco a B1 F1-2= i2lB1sen90° → i2lB1
che diventa F1-2= k i1 i2l/ r
Il filo 2 percorso da corrente genera un campo magnetico in senso antiorario, il campo esce e la forza entra nel palmo.
F2-1= i1lB2 → B2= ki2/ r quindi F2-1= i1lB2 ki1i2l/ r
Deduco quindi che le due forze sono uguali e contrarie.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email