Ominide 41 punti

- Energia eolica: Negli ultimi decenni, anche a causa dell’elevato costo dei combustibili, prende sempre più piede la produzione di energia eolica tramite mulini, che nel gergo moderno vengono definiti come aerogeneratori, che possono essere ad asse orizzontale o verticale. Anche essi hanno degli svantaggi, tra questi sono ingombranti e uccidono diversi uccelli migratori che di notte non vedono le ali
- Energia dell’oceano: L’oceano fornisce energia in diversi modi. Uno di questi è sicuramente il moto ondoso. Le onde infatti, vengono generate dal vento ed hanno una maggiore quantità di energia rispetto al vento stesso, perché la massa d’acqua coinvolta è circa 800 volte maggiore dello stesso volume d’aria. Come produrre energia tramite il moto ondoso è ancora oggetto di studio. Sono state costruite delle apparecchiature, dette colonne d’acqua oscillanti, in prossimità delle coste con dei cuscini di aria flessibile. Le onde, spingendo continuamente verso l’alto e verso il basso attivano una turbina collegata ad un generatore. Ma sono ancora dei prototipi ed oltre ad essere cari, sono soggetti al problema della ruggine di parti metalliche a contatto con l’acqua. Un’altra fonte di energia relativa alle acque oceaniche è l’energia termica di conversione, costituita dalla differenza di temperature tra le acque superficiali e quelle degli abissi tropicali. Questa energia termica (calore) viene incanalata in macchine termiche, ovvero apparecchiature che sfruttano un nuovo tipo di tecnologia chiamata OTEC, e portate in prossimità di cisterne di acqua o ammoniaca. Quando il calore entra in contatto con l’acqua, si genera vapore che attiva una turbina collegata ad un generatore. Il vapore in eccesso viene riportato allo stato liquido tramite acqua di mare fredda, che viene assorbita da tubi. Il problema legato a questa fonte è che tale differenza non supera molto spesso i 20 gradi per cui l’efficienza di queste macchine termiche non supera il 2-3%. Infine, anche le maree sono fonti di energia. Esse dipendono dalla forza gravitazionale di sole e luna. Il continuo innalzarsi ed abbassarsi delle acque, mette in moto una turbina che collegata ad un generatore produce elettricità. Questo tipo di fonte però è limitata, in quanto si può produrre una considerevole quantità di energia solo se le maree superano i 10 metri di altezza. Inoltre, il numero degli impianti è limitato (dispongono di tali apparecchiature solo il Giappone, l’Argentina, il Regno Unito e gli Usa). Anche l’azione delle correnti marine e la differenza di salinità potrebbero costituire fonti di energia, ma il come è ancora oggetto di studi.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove