Ominide 850 punti
Questo appunto contiene un allegato
Ciclo di isteresi magnetica scaricato 107 volte

Ciclo di isteresi magnetica

Consideriamo un cilindro di fatto di una sostanza ferromagnetica avvolto da un solenoide percorso da corrente ed esaminiamo cosa accade quando è sottoposto all’influenza del campo magnetico generato dal solenoide.
Consideriamo un grafico, dove H rappresenta il campo magnetico dovuto all’intensità di corrente che circola nel solenoide e B il campo magnetico indotto in una sostanza ferromagnetica posto in esso.
Man mano che aumenta l’intensità di corrente che circola nel solenoide, i domini magnetici si allargano, orientandosi con il verso H indotto dal solenoide. Quando i domini ferromagnetici raggiungono la saturazione, abbiamo il massimo livello di magnetizzazione possibile.
Diminuendo l’intensità di corrente, quando raggiunge il valore 0, il cilindro non è ancora del tutto smagnetizzato; troviamo un campo magnetico residuo.
Se volessimo smagnetizzare completamente la sostanza, dobbiamo invertire i poli, ovvero cambiare il verso della corrente.

Quindi, in A e in C il cilindro non avrà proprietà magnetiche.
Tutte le sostanze ferromagnetiche, e solo queste, mantengono le proprietà magnetiche dopo aver subito l’influenza di un campo magnetico esterno, se si trovano al di sotto della temperatura di Curie che varia in base alla sostanza. Per il ferro, ad esempio, questa temperatura è di circa 770 °C.
Una sostanza ferromagnetica che si trova al di sopra della temperatura di Curie, si comporta come una sostanza paramagnetica.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email