Ominide 4103 punti

Con quali prove Leibniz dimostra l'esistenza di Dio

Dio è la monade suprema e la sua esistenza è dimostrata con tre prove:

1. Prova cosmologica: le cose del mondo sono contingenti e la loro esistenza si spiega col principio di ragion sufficiente secondo il quale, se una cosa esiste ed esiste in un particolar modo, c'è un motivo per cui essa è così r non altrimenti. Questo principio non può trovarsi nelle cose contingenti, ma piuttosto in un essere necessario che sia il fondamento della loro esistenza. Questo essere necessario è Dio.

Scrive a questo proposito nei Principi della natura e della grazia: “Supposto che alcune cose debbano esistere, bisogna che si possa rendere ragione perché esistono così e non altrimenti. Ora, questa ragione sufficiente dell’universo non può trovarsi nella serie delle cose contingenti; perciò bisogna che essa sia fuori della serie delle cose contingenti e si trovi in un essere necessario, che è Dio”


2. Prova ontologica: Leibniz riprende l'argomento di S.Anselmo e Cartesio e aggiunge che l'essere perfettissimo, se è possibile, è anche esistente in quanto fra le altre perfezioni deve possedere quelle dell'esistenza.

3. Prova dell'armonia prestabilita: l'armonia prestabilita non sarebbe spiegabile senza Dio. Perciò Dio, monade suprema che sin dall'eternità ha predisposto tale accordo armonico, deve necessariamente esistere.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email