Ominide 4103 punti

Critica all'idea di sostanza

Hume critica anche l’idea di sostanza spirituale rifacendosi all’esperienza.
Esaminiamo ora questa sostanza spirituale. Attraverso le percezioni psichiche l’uomo esperimenta e registra nei diversi momenti della sua vita i vari stati d’animo provati in momenti successivi (dolore, gioia, ira, timore…)e crede che questi sentimenti si trovino in un substrato che li sostiene, cioè nella sostanza spirituale, l’anima, che permane identica a se stessa in ogni istante.
Hume però non accetta questa conclusione e dichiara che le impressioni, con le quali è possibile cogliere gli stati d’animo, non permettono di conoscere la sostanza spirituale, che si trova al di là delle stesse impressioni, né giustificano la sua esistenza. L’uomo è portato a credere che essa esista solo perché riferisce tutti quanti gli stati d’animo provati allo stesso essere, cioè a se stesso e, mediante l’immaginazione, riunisce tutti i suoi sentimenti in una sostanza spirituale, nell’anima.

Così Hume considera la sostanza materiale e quella spirituale non realmente esistenti, ma semplici fasci di impressioni e di idee senza che abbiano alcuna corrispondenza con gli oggetti (sostanza materiale) né con l’anima (sostanza spirituale).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email