Galileo Galilei - la dicotomia tra scienze della natura e scienze dello spirito

Questi termini coniati da Dilthey riflettono una dicotomia ancora viva oggi e nata nel XVII secolo che divide con un vuoto incolmabile la scienza dei fenomeni materiali e quella dei fenomeni immateriali. Uno dei massimi responsabili di questa dicotomia è sicuramente Cartesio che divide fra res cogitans – non osservabile scientificamente – e res extensa. Anche Galileo distinguendo tra qualità primarie e secondarie pone un pilastro del criterio di oggettività, il quale è indice di ciò che può essere studiato scientificamente o no.

Con Alhazen si trascura che quando noi facciamo esperienza di una cosa facciamo esperienza di caratteristiche incommensurabilmente minori rispetto alle caratteristiche totali dell’oggetto → noi otteniamo solo la forma (carattere spirituale) dell’oggetto. Alhazen tuttavia sostiene che la forma è già presente nel mondo fisico. Questo sottile equilibrio non rende ragione del fatto che il vissuto psichico è qualcosa di originario, immediato. Es percezione del colore è caratterizzato da essere diverso dalle proprietà dell’onda elettromagnetica che genera nello psichismo di quel colore. In questo es ciò che è originario è la percezione del colore, non l’onda elettromagnetica. La psicologia della Gestalt rovescia il paradigma aristotelico, ossia si parte dallo psichismo al quale si collega poi un mondo fisico.

Qualità psichiche
Galileo è stato il primo a distinguere delle proprietà primarie e secondarie.
Primarie: legate alle caratteristiche fisiche degli oggetti e su queste ci troviamo tutti d’accordo, es peso, lunghezza, numero ecc. Quando noi rappresentiamo queste caratteristiche facciamo esperienza delle qualità primarie, ossia le qualità fisiche – la rappresentazione del mondo esterno.
Secondarie: quelle che non risiedono nell’oggetto, quanto nel percipiente, es colore, odore… queste sono modi soggettivi di esperire l’oggetto. Prova di questo sono le differenti esperienze che diversi soggetti hanno di uno stesso oggetto. Sono caratteristiche non assimilabili agli stimoli fisici degli oggetti.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email