Ominide 2892 punti

Anselmo d'Aosta

È un esponente della filosofia scolastica.
Scrisse due opere fondamentali:
- il Monologion nel quale dimostra l'esistenza di Dio partendo dalla creazione (argomento cosmologico: Dio è la causa del mondo.
-Il Proslogion quale affronta l'argomento ontologico o la prova a priori: esistenza di Dio è dimostrata partendo dall'idea di Dio senza bisogno di considerare il mondo; È una prova puramente logica.
Cos'è Dio? Dio è benessere di cui non è possibile pensare nulla di più perfetto; Bisogna pensare a Dio come esistenza, Chi è perfezione.
Disputa sugli universali
Gli universali, il genere e la specie sono reali o sono finzione della mente?
Su questa domanda si delineano due posizioni: una realistica e una nominalista.
1-La posizione realistica (estrema): una soluzione platonica (o altrimenti detta realismo estremo). "Ante rem": gli anniversari sono più veri dei generi delle specie; Gli universali sono le idee attraverso cui Dio creò gli individui. - La posizione realistica (moderata): È una soluzione aristotelica ed intrinseca. "In re” gli universali hanno essenza immanente, presente negli individui (forma aristotelica) dio ha impresso l'aspetto universale degli individui (materia aristotelica).

2-La posizione nominalistica (esterna): È una soluzione estrema (o flauto vocis) di universale c'è solo il nome. -la posizione nominalistica (moderata): È basata Sulla somiglianza delle cose, l'universale esiste solo nella mente per il contatto con la realtà somigliante.

L'oggetto della disputa è la volontà della conoscenza.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email