Video appunto: Nietzsche, Friedrich - Caratteristiche generali

Vita di Nietzsche



Nietzsche fu un grande personaggio che seppe influenzare profondamente il mondo a lui contemporaneo acquisendo grande fama quando ancora era in vita. Il padre muore quando lui è ancora piccolo. Studia acquisendo una vastissima cultura e inizia a comporre musica e poesia; giovanissimo inizia la carriera come filologo ma deve ben presto abbandonare la cattedra per motivi di salute iniziando così a viaggiare da una città all’altra in cerca di un clima più favorevole.
Conosce una giovane donna russa -la quale diventerà amante di numerosi intellettuali e figure di spicco- con cui vorrebbe sposarsi ma la sorella glielo impedisce e il rapporto fra il filosofo e la famiglia si fa quindi teso e conflittuale e che si appianeranno pian piano con il tempo e poi in maniera definitiva quando, morta la madre, la sorella dovrà prendere in custodia il fratello che ormai da qualche tempo iniziava già a mostrare segni di squilibri mentali.

Le caratteristiche del suo pensiero



Il suo pensiero è caratterizzato da una critica e da una distruzione programmatica delle certezze del passato ma che tuttavia non si risolvono in una semplice distruzione polemica ma hanno al contrario un carattere fortemente propositivo in quanto con la sua filosofia delinea un nuovo tipo di umanità, il cui modello consiste nel superuomo o oltreuomo.

Originalità nelle modalità espressiva. Anche se inizialmente è ancora legati alla forma accademica del saggio e del trattato ma passa ben presto a forme più innovative quali quella dell'aforisma (in quanto prendendo la forma dell'illuminazione istantanea costringe il lettore ad integrare il pensiero con la propria interpretazione), della poesia in prosa, dell'annuncio profetico, dell'esposizione autobiografica e dell'invettiva polemica (questo perché è lui stesso un portatore di relativismo estremo).

Il suo pensiero è fondamentalmente asistematico (anche quando vuole apparentemente dargli una sistematicità e un'organicità) in quanto secondo Nietzsche vede nel sistema un tentativo vano di illudersi di potersi impadronire del reale.

Opere e fasi fondamentali.

Le fasi di Nietzsche non costituiscono momenti distinti e slegati l'uno dall'altro ma sono in realtà delle tappe transitorie di un pensiero in continuo divenire.

Gli scritti giovanili e il periodo wagneriano-schopenhaueriano con la nascita della tragedia dallo spirito.

Gli scritti intermedi e il periodo illuminista o genealogico con la gaia scienza.

Gli scritti del meriggio e il periodo Zarathustra con così parlò Zarathustra.

Gli scritti degli ultimi anni o del tramonto con il crepuscolo degli idoli.