Ominide 1172 punti
Storia e filosofia per Hegel

La storia è una successione razionale di vicende che riguardano i diversi stati, e ha come soggetto lo spirito del mondo che si manifesta incarnandosi negli spiriti dei popoli che si succedono nella storia. Il fine ultimo della storia è la realizzazione della libertà dello spirito tramite lo Stato, essendo la storia la successione di diverse forme statali: le tre principali sono il mondo orientale, il mondo greco romano e il mondo germanico.
I mezzi tramite cui la storia realizza la libertà dello spirito sono le passioni degli individui: alcuni di essi, chiamati veggenti, sono personaggi che con il loro operato fanno avanzare la storia, tramite le passioni e le ambizioni. In realtà è un’astuzia della ragione, che si serve delle passioni di questi individui per realizzare i propri fini, e quando la ragione lo ha realizzato, l’individuo viene messo da parte (o muore o viene esiliato).
La filosofia è per Hegel l’ultimo momento dello spirito assoluto, ovvero l’idea che giunge alla piena consapevolezza di se stessa, quindi la comprensione che Dio o l’Assoluto ha di se stesso che si manifesta all’uomo e, di conseguenza, si svela a se stesso. Essa coincide con la storia della filosofia in quanto è l’insieme delle tappe attraverso cui dai greci a Hegel l’Assoluto si è progressivamente manifestato. Infatti la filosofia è la storia della filosofia giunta a compimento, e ogni sistema filosofico costituisce una tappa, un tassello nella progressiva consapevolezza di se stesso dell’Assoluto destinato a superare quello precedente ed essere superato da quello successivo, e si conclude con la filosofia stessa di Hegel.

Bibliografia:
Con-Filosofare
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email