Mongo95 di Mongo95
Ominide 4324 punti

Secondo Horkheimer, la teoria sociale non deve essere disgiunta dall’analisi empirica. È quindi da questo punto di vista che si segna la differenza con quanto fatto in precedenza all’interno dell’Istituto. Il cuore del discorso è però la finalità della teoria sociale: andare a cogliere le connessioni in relazione ad un particolare gruppo sociale, cioè tra il ruolo economico da esso giocato, i cambiamenti che intervengono di conseguenza sulla sua struttura psichica e quali sono le idee e le strutture culturali che agiscono sulla psiche e allo stesso tempo sono il prodotto dell’azione economica del gruppo. Quindi la connessione tra la vita socio-economica e l’ambito culturale-psicologico. Il marxismo viene superato: per tale dottrina sono fondamentali concetti come lavoro, capitale, plusvalore, rapporto tra struttura e sovrastruttura, che implica che la seconda sia riflesso della prima, con alla base l’economia. Ma la sfera economica è solo uno degli aspetti (anche se fondamentale) della realtà, che a sua volta viene influenzato dagli altri. L’obiettivo della teoria sociale è il miglioramento della società e dell’economia per la felicità degli uomini. I processi economici e le strutture politiche hanno una base nei processi che hanno luogo tra le strutture e componenti dell’inconscio umano (Freud). Non è la struttura in quanto tale che determina il tutto. La base è la dialettica tra uomo e natura, non il proletariato, un processo innescato dalla ragione illuministica.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017