Mongo95 di Mongo95
Ominide 4324 punti

La teoria sociale si compone di ricerca empirica coniugata alla filosofia. Alla fine questi autori considerano la teoria sociale comunque sempre filosofia, o piuttosto lo sviluppo della filosofia fino al suo inveramento e compimento. In questo testo Horkheimer inquadra la sua idea di teoria sociale appunto nel quadro del problema millenario della filosofia. Si tratta di problemi come il rapporto tra particolare e universale, tra realtà e idea, etc. Cioè i tipici problemi della filosofia classica tedesca che di fatto non hanno a che fare con la realtà socioeconomica completa. Il discorso sociale è la continuazione del discorso filosofico del passato, riattualizzato attraverso i metodi dell’oggi, cioè quelli delle scienze sociali. Non si fa filosofia di scuola, ma filosofia sul campo. I vari problemi filosofici classici sono riducibili a rapporti tra società e cultura, con la seconda che cerca di razionalizzare la prima. Interessante che Horkheimer definisce queste sfere culturali come “in senso stretto”, quando noi invece le considereremo “in senso lato.” La teoria sociale si occupa delle relazioni economico-psichiche e culturali, che non è altro che il proseguimento del discorso filosofico con i metodi odierni.

Discorso che in precedenza era stato condotto in modo errato. Infatti si è sempre operata una netta distinzione tra i due campi, con affermazioni adialettiche che non mettono invece in evidenza la connessione dialettica e contraddittoria tra la sfera materiale e quella culturale in senso lato. Una reciproca relazione, un influenzarsi reciprocamente. Pertanto sono soluzioni del tutto dogmatiche e irreali, attuando questa separazione netta, e non possono essere verificate nella loro validità. Trascurano inoltre il punto principale del canale di comunicazione: la mediazione psichica, cioè gli istinti alla base dello sviluppo della civiltà, come teoria freudiana.
Fino ad ora si è quindi detto quali sfere debba indagare la teoria sociale, sviluppando il discorso tipico della filosofia in generale ma con un metodo nuovo, sfere che interagiscono in termini dialettici. Rigettate le precedenti soluzioni, bisogna ora esplicare la propria. Bisogna prendere un preciso gruppo sociale (Horkheimer fa l’esempio degli operai qualificati e operai in Germania), che svolge un determinato ruolo economico. Alla luce di esso, si determinano delle conseguenze sulla loro struttura psichica, comportamentale, stile di vita. Sono proprio queste conseguenze che, con mezzi concreti, devono essere indagate. Infine, si osservano pensieri e istituzioni che agiscono su questo gruppo, con cui esso interagisce, istituzioni che sono esse stesse frutto dell’azione del gruppo. Si tratta sempre e comunque di connessioni reali e empiriche da indagare attraverso la teoria sociale. Una griglia precisa di fonti per andare a coprire la realtà, studiate scientificamente e empiricamente. Horkheimer precisa che sono da analizzare anche le opere di letteratura: la sfera sociale è data anche da questo, non solo dalle istituzioni “classiche”.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017