Ominide 481 punti

I primi filosofi che incontriamo nel corso della storia della filosofia sono i filosofi ionici che si concentrano e indagano il problema della natura.
Le scuole:
- Fisici ionici: VI – VII secolo a.C. ; scuola di Mileto
- Pitagorici: 570 – 490 a.C. , Magna Grecia / Crotone ; scuola di Pitagora
- Eraclitei: VI – V secolo a.C. , Efeso; pensiero di Eraclito
- Eleati: 550 – 450 a.C. , scuola di Elea (seguaci di Parmenide)
- Fisici pluralisti: IV – V secolo a.C.. con Empedocle, Anassagora e Democrito

Tutte queste scuola e pensieri filosofici sono anche detti ‘presocratici’ e ‘presofisti’ (perché procedono Socrate e i Sofisti e il problema dell’uomo)

Fisici ionici e la ricerca dell’arché

Arché: inteso come
- Origine (principio origine dell’universo)
- Qualcosa che permane al di là di tutto e delle trasformazioni del mondo che è dinamico (devo trovare qualcosa da cui ha origine il mondo e prima di questo non deve esserci nulla)
- Qualcosa comune in tutte le cose (questo principio deve esserci sempre e deve essere in tutto)
- Ciò a cui tutto torna: deve essere eterno e immutabile

Fonti sui fisici ionici

Come riusciamo a sapere di questi filosofi?

- Platone (IV secolo) per primo fa riferimento al pensiero ionico citandoli
- Aristotele per primo realizza la storia della filosofia
- Dossografi (raccoglitori di opinioni) trascrivono i racconti orali sui primi filosofi
- Diogene Laerzio scrive ‘vite e dottrine dei filosofi’ (180 – 240 d.C.)
I fisici ionici osservano la ‘physis’ ossia la natura.
Il concetto di natura è un termine fondamentale per questi primi filosofi: natura vuol dire ‘generare’ ‘produrre’, questa è dinamica ossia crea e fa nascere, tutto è soggetto al nascere, al produrre e al morire. La natura è una forza viva (le forze generano sempre qualcosa).

Talete

matematico, astronomo e uomo d’affari nasce nel 624 e muore nel 584 a.C. ed è definito ‘monista’ perché si basa solamente su un principio).
Per Talete l’arché è l’acqua.
Cosa osserva:
‘ I semi di tutte le cose hanno una natura umida e hanno bisogno dell’acqua per crescere’
‘ Un organismo morto di disseca’ (l’acqua torna alla sua origine)
‘ Il caldo vive dell’umido’
Da queste osservazioni ricava che l’acqua è:
- Principio di tutto
- Principio di vita
- Tutte le cose hanno una anima e sono piene di questa
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email