Ominide 481 punti

Platone - Il superamento di Parmenide


Se parliamo e osserviamo la teoria delle idee di Platone, possiamo notare che queste presentano alcune caratteristiche molto simili a quelle dell’essere di Parmenide (per esempio sono eterne, incorruttibili e immutabili). A differenza della concezione parmenidea, Platone riesce egregiamente a superarla, in particolare la difficoltà che Parmenide aveva nel concepire il concetto di divenire e di molteplice.

Confronto tra l’essere di Parmenide e le idee di Platone:
L’essere parmenideo è:
- unico
- uguale a se stesso (essere=essere)

- non esiste il non essere, ossia il nulla
Le idee di Platone sono:
- molteplice (distacco dalla difficoltà di Parmenide nel concepire la molteplicità
- relazionate e indirizzate verso il Bene
- ogni idea è uguale a se stessa ma diversa dalle altre
- il ‘non’ significa diversità (l’idea di prato è diversa dall’idea di cielo)

Le idee di Platone si relazione con le altre idee grazie alle sue 5 caratteristiche fondamentali, chiamati dal filosofo ‘5 generi sommi’ :
- l’essere (Socrate è)
- l’identico (Socrate è identico a se stesso)
- diverso (Socrate è diverso dall’idea di cielo)
- la quieta (Socrate è fermo/visto in un determinato momento)
- il movimento (Socrate può divenire ossia visto da un altro punto di vista)
Le teorie di Platone sulle idee lo staccarsi dall’essere di Parmenide risolvono uno dei problemi più ardui della filosofia antica: il problema del nulla; ora il ‘non’ significa esclusivamente diversità.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email