Platone

pensieri

Prima fase: nei dialoghi del primo periodo Platone illustra e difende le teorie di Socrate in particolare quelle legate ai suoi interessi (come le definizioni verso il sapere assoluto).

Seconda fase: “teoria delle idee” Platone elabora un suo pensiero al di là di Socrate con il quale risolve i massimi problemi della filosofia.

La scienza

Platone vede la scienza come immutabile e stabile: la perfezione.
Come un contenuto specifico e, non costituito da immutevoli sensi (ciò che chiama opinioni).

L’Idea: è un pensiero immutabile e prefetto (lo identifica come l’aldilà del cielo). Le cose sono copie delle idee (la bellezza e la giustizia).

Dualismo gnoseologico e ontologico: per Platone esistono due grandi fondamentali di conoscenza: l’opinione e la scienza (gnoseologico) e da questi troviamo due tipi di essere: le cose e le idee (ontologico).

Opinione: mutevole e imperfetta rispecchia le cose mutevoli e imperfette;

La scienza: immutabile e perfetta rispecchia le idee immutabili e perfette.

La filosofia platonica è un’integrazione tra l’eraclitismo e l’eleatismo.

Da Eraclito prende la teoria del “il mondo è il regno della mutevolezza”.

Da Parmenide prende “’essere autentico è immutabile”. Da Parmenide deriva anche il dualismo gnoseologico tra sensibilità e ragione e quello ontologico tra le cose e l’essere (Platone vede un rapporto indissolubile tra sensibilità e ragione e vede il nostro mondo come una realtà imperfetta ma esistente).
Le idee

(Fase della maturità) due tipi di idee:

• Idee e valori: principi etici, estetici e politici (bene, bellezza e giustizia) che formano gli ideali.
• Idee matematiche: prese dall’aritmetica e dalla geometria.

Parla anche di “idee di cose naturali” e di “idee di cose artificiali”.

Le idee hanno un ordine piramidale con in cima le idee-valori e l’idea del bene (le idee che derivano dal bene sono sua imitazione).

Nelle sue opere non parla di un Dio creatore ma del “divino”: il divino crea il bene, le idee e tutto ciò che vi discende.

rapporto tra cose e idee

Distinzione e stretto legame tra le idee e le cose:

• Criteri di giudizio delle cose. Le idee sono la condizione della pensabilità degli oggetti;

• Causa delle cose: le idee sono la condizione dell’esistenza degli oggetti.

il nesso con la politica e la teoria delle idee

L’utilizzo della filosofia in ambito politico; il relativismo produce disordine e violenza.
La dottrina delle idee consente di uscire dal caos delle opinioni e dei costumi.

conoscenza delle idee = fondazione di una scienza politica universale = pace e giustizia tra gli uomini

(…)

Il filosofo è colui che ama la conoscenza nella sua totalità

- All’essere corrisponde la scienza
- Al non essere corrisponde l’ignoranza
- L’opinione (le esperienze) sono tra conoscenza e ignoranza

Platone paragona la conoscenza in: sensibile e razionale

Conoscenza sensibile:
• Congettura ombre e immagini delle cose (impressioni superficiali)
• Credenza percezione chiara degli oggetti

Conoscenza razionale:
• Ragione e matematica come oggetto di idee matematiche;
• Intelligenza filosofica che ha per oggetto le idee-valori

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email