Ominide 481 punti

Confronto filosofia greca e cristiana per punti

1) Paradigma conoscitivo
g) nella filosofia greca il paradigma conoscitivo è l’osservazione e la teoria: è la vista che mi porta a teorizzare e poi alla prassi, ossia all’agire
Vista = punto fondamentale, senza non c’è osservazione che tenga
c) nella filosofia cristiana il paradigma conoscitivo è la parola + prassi (ascolto e agisco). La ricezione dell’uomo della parola è positiva, infatti tramite essa mi conduce alle opere buone e al loro compimento.
Vista= inesistenti; nella dottrina cristiana infatti le immagini sono del tutto assenti, è il fenomeno dell’ ‘aconismo’ (l’assenza di icone e immagini)

2) Partendo dal concetto di ‘vista’:

g) tramite la vista io giungo alla distinzione tra un soggetto conoscente (sono Io che vedo, osservo, capisco e non un Dio) e un oggetto conosciuto (l’oggetto che vedo). Io mi affido alle mie capacità e conosco quello che vedo; i greci valorizzano enormemente la vista e il suo utilizzo
c) nel cristianesimo la parola deriva da Dio unico e trascendente e conseguentemente io conosco esclusivamente ciò che Dio mi dice, non ho bisogno di cercare altro se credo in Dio che mi illumina e guida. La valorizzazione qui è della parola + prassi
L’ unico punto che hanno in comune le due filosofie è: una verità difficile da raggiungere.
Dalla parte dei greci i concetti sono difficili da raggiungere e per conseguire nella mia esistenza mi affido alla mia ragione, alla mia osservazione e capacità di comprendere unite agli sforzi. Nel cristianesimo la verità è ugualmente complicata da raggiungere, Dio è in un mondo ultraterreno ed io lo conosco, anzi lo percepisco ascoltando e mettendo in pratica la sua parola. Gesù è il logos ossia la ragione
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email