Genius 44615 punti

Crizia e Ippia


Nel contesto di radicalismo teorico e politico che stiamo prendendo in esame si inserisce anche la riflessione dell’ateniese Crizia (455-403 a.C.), che esercita la sua abilità retorica nell’ambito della politica. Egli riveste un ruolo rilevante negli avvenimenti politici dell’Atene degli ultimi anni del V secolo a.C.: membro influente del partito oligarchico, è uno dei Trenta tiranni che assumono il potere nel 404 a.C
. e instaurano un governo violento, che sconvolge Platone, suo nipote, segnandone le scelte successive. Nel dramma Sisifo Crizia sostiene che la stessa religione, ossia la credenza nell’esistenza degli dèi e nelle punizioni che attendono i malvagi dopo la morte, non sia altro che uno strumento di cui il potere si dota allo scopo di preservarsi: chi governa si serve della paura che la religione trasmette agli uomini per indurre i governati al rispetto delle leggi (stipulate forse nel solo interesse dei governanti medesimi). Agli occhi del sofista, dunque, la religione costituisce una sorta di instrumentum regni (“strumento del potere assoluto”), finalizzato a estendere il potere coercitivo delle leggi anche dove esse rischiano di risultare impotenti (ossia nelle coscienze e nell’oscurità dei comportamenti sottratti alla visibilità pubblica). Di questa grande stagione di intellettuali fa parte anche Ippia che, secondo Platone, assume la fisionomia di una vera celebrità. Nato nel 443 a.C. circa in Elide, nel Peloponneso, viaggia ad Atene, Sparta, Olimpia e in Sicilia per tenere delle conferenze e per impegni politici, in qualità di ambasciatore. Brillante e colto, è il prototipo dell’universalismo conoscitivo, dal momento che pretende di essere esperto in tutti i campi del sapere (si vanta, tra l’altro, di essere in grado di fabbricarsi da solo i propri vestiti e calzari). La sua abilità oratoria dipende soprattutto dal possesso della capacità di imparare a memoria interi discorsi (a lui si deve la formulazione di una vera e propria mnemotecnica).
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email