Ominide 21611 punti

Costruzione delle dighe e grande frana del Vajont


Le dighe costituiscono una delle principali innovazioni idrauliche introdotte dall’uomo. Ne esistono di diversi tipi:
•Dighe a gravità: fatte di calcestruzzo, di geometria semplice. Ha una grossa pianta, che comporta l’utilizzo di una grande quantità di materiale. Un primo progresso di questo tipo di diga è la cosiddetta diga a gravità alleggerita: vengono lasciate delle cavità nel corpo della diga e si sfrutta il peso dell’acqua per la stabilità.

•Dighe ad arco: la loro struttura è particolarmente leggera grazie alle caratteristiche di resistenza degli archi che consentono di scaricare ai vincoli il carico dell’invaso. Le dighe ad arco possono essere ad arco semplice o a doppio arco.
•Dighe ad arco-gravità: sono Dighe ad arco con una pinta molto grossa.
•Dighe in terra: le Dighe in terra sono le dighe più semplici. Sono costruite da un semplice cumulo di terra con al massimo un rivestimento impermeabile.
Sebbene le dighe costituiscano un’opera di ingegno e grande precisione, talvolta può accadere che esse provochino danni ingenti. Tale contesto si è verificato all’inizio degli anni sessanta dello scorso secolo nell’ambito del cosiddetto «disastro del Vajont. Esso fu dovuto ad una grande frana che provocò una grande onda anomala che superò la diga e finì sui paesi limitrofi. La diga, tuttavia, è ancora intatta. Il 9 Ottobre del 1963 una massa di oltre 260 milioni di metri cubi di rocce e detriti precipitò a forte velocità dal versante settentrionale del monte Toc all’interno della diga artificiale. La frana creò due grandi ondate di acqua e detriti che sommersero gli abitanti lungo le rive del lago. I morti furono 1917. Dopo il disastro, si formò un lago artificiale. La diga, nonostante le sollecitazioni 10 volte superiori a quelle previste dal progetto, resistette all’ondata.
La diga del Vajont venne costruita a partire dall’agosto del 1958. Tuttavia, prima del grande disastro ci furono diversi campanelli d’allarme, del tutto ignorati. Durante le costruzioni ci fu infatti una piccola frana; nell’ottobre del 1960 si aprì una profonda fessura ad M; successivamente, ci fu una seconda frana, di entità maggiore rispetto a quella precedente.
Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email