LA PALLAMANO

La pallamano fu inventata intorno agli anni venti del Novecento da un professore di educazione fisica tedesco, Max Heiser, e poi perfezionata dal connazionale Karl Diem, che stese il primo regolamento e le diede il nome attuale, handball (ovvero "pallamano"). Il gioco si diffuse sopratutto in Germania, Svezia e Norvegia.
Comparve per la prima volta nelle olimpiadi del 1936 di Berlino, ma solo con le olimpiadi di Monaco del 1972 fu stabilmente sport olimpico. Nel 1946 a Copenaghen nacque la Federazione Internazionale Handball (IHF). In Italia questo sport si diffuse a partire dalla metà degli anni sessanta e la Federazione Italiana Giuoco Handball (FIGH) è nata nel 1969.

Le regole del gioco


La pallamano è un gioco di squadra con la palla giocato con le mani, anche se il regolamento prevede che si possa toccare la palla con qualsiasi altra parte del corpo, escluse le gambe al di sotto del ginocchio. Scopo del gioco è fare gol nella porta avversaria, difesa da un portiere: vince la squadra che realizza il maggior numero di reti nel tempo stabilito. In campo ci sono sette giocatori e altri cinque in panchina come riserve, che possono entrare in campo per sostituire un compagno in qualsiasi momento del gioco, dall'apposita zona di cambio. Il tiro di inizio viene eseguito a centrocampo. I giocatori procedono verso la porta avversaria spostandosi in paleggio e con numerosi passaggi. Il tiro in porta può essere effettuato solo dall'esterno dall'area di porta: né gli attaccanti né i difensori, a eccezione del portiere, possono entrare nell'area di porta. Dopo ogni rete la ripresa del gioco avviene nel centrocampo, da parte della squadra che l'ha subita.

Il pallone utilizzato negli incontri di squadre maschili pesa tra 425 e 475 grammi e ha una circonferenza che va da 58 a 60 centimetri. Quello utilizzato negli incontri femminili pesa tra 325 e 400 grammi e ha una circonferenza compresa tra 54 e 56 centimetri.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Motoria per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email