Sapiens Sapiens 13859 punti

[h2]Trasporti marittimi: organi e personale della nave[h2]
Gli organi della nave sono: il proprietario, l’armatore, il noleggiatore, il raccomandatario, il capitano, l’equipaggio.
Il proprietario è la persona fisica a cui la nave appartiene, in totalità o in parte. Se i proprietari sono più di uno, essi prendono il nome di caratisti. Questo termine deriva dal fatto che la nave è divisa in ventiquattro parti o carati
L’armatore è il conduttore della nave cioè di colui che gestisce od impiega la nave per uno o più viaggi. Il termine deriva dal verbo armare che significa dotare la nave di tutto il necessario per navigare (uomini, provviste e materiali vari). Spesso il proprietario della nave coincide con l’armatore. Nel caso in cui l’armatore sia una persona giuridica, essa, per la massima parte, è rappresentato da società per azioni o da società in accomandita per azioni

Il noleggiatore è la persona fisica o giuridica che prende a noleggio la nave per uno o più viaggi o per un certo tempo
Il raccomandatario rappresenta l’armatore nei porti in cui la nave attracca sia regolarmente che saltuariamente. Egli assiste la nave i tutte le pratiche doganali e portuali e provvede ad assicurare i rifornimenti di bordo (acqua, vettovaglie, viveri, riparazioni e manutenzioni varie). Si occupa anche di procurare noleggi sia totali che parziali della nave. Qui egli si trova a ricoprire la veste giuridica di rappresentante (se agisce in nome e per conto dell’armatore), di institore (= dirigente preposto dall’armatore all'esercizio della nave), agente (se procura clienti ed affari all’armatore, senza tuttavia aver alcun potere né di contrattare, né di transigere) e di commissionario (se tratta affari per conto dell’armatore, ma in nome proprio, cioè come l’armatore fosse lui stesso.
Il capitano è colui che viene preposto dall’armatore al comando della nave. Egli ha numerose attribuzioni: tecnico-nautiche, commerciali (ricezione, cura, riconsegna delle merci, imbarco, trasporto e sbarco dei passeggeri e dei rispettivi bagagli), disciplinari sui membri dell’equipaggio, su tutto il personale e sui passeggeri a bordo anche se stranieri, di polizia e di sicurezza, di ufficiale di stato civile (può celebrare matrimoni). Prima che la nave lasci il porto, il capitano deve assicurarsi che tutto sia in ordine e in caso di pericolo non deve assolutamente lasciare la nave e non dopo aver fatto tutto il necessario per salvarla. Se durante il viaggio, egli necessita di denaro liquido, può contrarre prestiti anche dando come garanzia sia la nave che il carico. Entro le 24 ore successive all’arrivo nel porto di destinazione, egli ha l’obbligo di presentare all’ Autorità giudiziaria o consolare una relazione sul viaggio
L’equipaggio è formato da tutto il personale assunto dall’armatore con regolare contratto per garantire tutti i servizi necessari a bordo della nave. Esso si divide in personale di coperta, di macchina e di camera.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email