Sapiens Sapiens 12226 punti

I parametri di adesione nell'Unione Europea


Per poter accedere all’Ue, inoltre, i Peco devono predisporre le strutture giuridiche e amministrative necessarie a recepire l’adeguamento della loro legislazione alle norme comunitarie.
A partire dal Vertice dì Copenhagen, ogni anno, la Commissione predispone un rapporto, da porre al vaglio del Consiglio, sui progressi dì ogni Paese in merito al perseguimento degli obiettivi stabiliti. 11 rapporto costituisce la
base su cui il Consiglio conduce negoziati bilaterali con i Paesi candidati. Nel dicembre 2000, il Vertice dì Nizza fissò alla fine del 2002 la data di adesione per i Paesi che fossero pronti, in modo da consentire loro l’esercizio del diritto di voto per le elezioni del Parlamento europeo del 2004, e affrontò per la prima volta il tema delle riforme istituzionali (ripartizione dei seggi del Parlamento, ponderazione dei voti del Consiglio, composizione dei diversi organismi istituzionali) necessarie a rendere possibile l’accoglienza dei nuovi membri nella Comunità.
Nel dicembre 2001, il Vertice di Laeken ha affidato la questione delle riforme alla Convenzione europea, un organismo composto da rappresentanti dei Governi e dei Parlamenti dei Paesi dell’Unione e dai rappresentanti dei Parlamento europeo e della Commissione. Il Vertice di Siviglia (giugno 2002), infine, ha confermato la possibilità di concludere, entro la fine del 2002, i negoziati con Cipro, Malta, Ungheria, Polonia, Repubblica slovacca, Lituania, Lettonia, Estonia, Repubblica ceca e Slovenia. Se tali Paesi saranno pronti (viene soprattutto incoraggiata una politica di riunificazione dell’isola di Cipro), la firma del Trattato di adesione potrebbe essere fissata per la primavera 2003, in modo da rendere effettivamente possibile la loro partecipazione alle elezioni del 2004.
Per quanto concerne invece Bulgaria e Romania, il Vertice di Siviglia ha espresso una valutazione positiva degli sforzi compiuti, incoraggiando tali Paesi a proseguire sul sentiero di avvicinamento agli obiettivi stabiliti. Anche per la Turchia è stato espresso un parere favorevole sulle riforme politiche ed economiche recentemente approvate, riforme che aprono anche per questo Paese prospettive di candidatura a una piena adesione alla Comunità.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze