Van186 di Van186
Ominide 294 punti

Bilancio (art. 2423 c.c.): strumento di derivazione contabile redatto dagli amministratori per fornire informazioni sulla situazione patrimoniale e finanziaria dell'impresa e per determinare il reddito conseguito in un altro esercizio.
Deve essere formato da:
- stato patrimoniale → indica la composizione del patrimonio aziendale alla fine dell'esercizio.
- conto economico → indica quali aree di gestione hanno influenza positiva e quali negativa.
- nota integrativa → dettaglia e fornisce ulteriori informazioni sui due prospetti precedenti.

Il bilancio deve essere redatto con chiarezza e riportare in modo veritiero(deve tener conto delle risultanze della contabilità) e corretto (chi redige il bilancio deve operare in buona fede).

I principi di redazione del bilancio sono:
● prudenza: vanno imputate le perdite presunte ma non gli utili sperati
● continuità
● competenza economica: il reddito deve essere valutato attribuendo costi e ricavi in base all'aspetto economico e non finanziario
● separatezza: sono vietati accorpamenti di voci diversi da quelli previsti
● costanza: devono essere adottati sempre gli stessi criteri di valutazione

Il bilancio deve essere obbligatoriamente redatto alle società di capitali in quanto hanno autonomia patrimoniale perfetta, e quindi, rispondendo solo con il patrionio aziendale, i terzi sono meno tutelati. Quindi il bilancio è uno strumento informativo per i terzi.

Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.)

Schema a sezioni contrapposte e a stati comparati (si comparano i dati dell'anno precedente con quelli dell'anno appena concluso)
Le attività sono scritte al valore netto (cioè sottraendo i fondi ammortamento, svalutazione crediti e rischi su crediti)
Lo stato patrimoniale può essere redatto in forma ordinaria/analitica o in forma abbreviata. Per poter redigere lo s.p. con la forma abbreviata è neccessario che non vengano superati per due anni consecutivi almeno 2 dei 3 parametri (max 50 dipendenti, € 4.400.000 di attivo, € 8.800.000 di ricavi)


Schema dello stato patrimoniale


Attività
Passività
A) crediti verso soci (quote di capitale non ancora versate dai soci)
B) immobilizzazioni (scritte al netto dei fondi ammortamento)
I) immobilizzazioni immateriali (es. software)
II) immobilizzazioni materiali (es. fabbricati)
III) immobilizzazioni finanziarie (azioni acquistate ma non rivendute subito)
C) attivo circolante
I) rimanenze (es. merci, materie prime)
II) crediti (scritti al netto dei fondi svalutazione
crediti e rischi su crediti)
III) attività finanziarie non immobilizzate
IV) disponibilità liquide (cassa,banca)

D) ratei e risconti attivi
A) patrimonio netto
I) capitale sociale
II) riserva sovraprezzo azioni
III) riserve di rivalutazione
IV) riserva legale
V) riserve statuarie
VI) riserve per azioni proprie
VII) altre riserve
VIII) utili (perdite) portati a nuovo
IX) utile (perdita) d'esercizio
B) fondi per rischi e oneri (tutti i fondi tranne quelli ammortamento, rischi su crediti e svalutazione crediti)
C) Debiti per TFR
D) tutti gli altri debiti
E) ratei e risconti passivi
Totale attivo
Totale passivo


Conto economico (art. 2425 c.c.)
Schema a sezioni sovrapposte e a stati comparati.
Ricalca più o meno le aree di gestione(permette di capire quali aree influiscono positivamente e quali negativamente)

Schema del conto economico:
A) valore della produzione
1. ricavi delle vendite e delle prestazioni
2. variazione rimanenze prodotti in lavorazione, prefabbricati e finiti
3. variazione rimanenze lavori in corso su ordinazione
4. incrementi di immobilizzazioni per lavori interni
5. altri ricavi e proventi
B) costi della produzione
6. costi per merci e materie (merci c./acquisti)
7. costi per servizi (costi per corrente, gas, acqua, etc.)
8.costi per il godimento beni di terzi (fitti)

9. costi per il personale
a) salari e stipendi
b) oneri sociali
c) trattamento di fine rapporto (TFR)
10. ammortamenti e svalutazioni
a) ammortamenti immobilizzazioni immateriali
b)ammortamenti immobilizzazioni materiali
c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni
d) svalutazione crediti compresi nell'attivo circolante
11. variazione rimanenze merci e materie
12. accantonamenti per rischi
13.altri accantonamenti
14. oneri diversi di gestione
A - B
C) proventi e oneri finanziari (derivano da finanziamenti e investimenti)
15. proventi da partecipazioni (acquisto di quote di altre aziende)
16. proventi finanziari diversi
17. interessi e altri oneri finanziari
TOT. C → 15 + 16 - 17
E) proventi e oneri straordinari (es. furti)
20. proventi straordinari
21. oneri straordinari
Risultato prima delle imposte A – B +/- C +/- E
22. imposte sul reddito d'esercizio
23. utile (perdita) d'esercizio

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Bilancio
Registrati via email