mipo99 di mipo99
Ominide 11 punti

L'analisi del bilancio


Il bilancio è un documento che deve essere redatto obbligatoriamente da società di capitali (S.r.l./S.p.a/S.a.p.a.) e anche da imprese individuali in base al fatturato che deve essere superiore a 400 000 euro se producono servizi e superiore a 700 000 euro se producono beni di consumo.

Il valore informativo del bilancio è però limitato, per la classificazione dei debiti, l'informazione finanziaria ecc.., e va quindi interpretato ed analizzato per ricavare informazioni utili sul rendimento degli investimenti, sulla gestione dell'impresa, sulla solidità patrimoniale.

Le analisi di bilancio possono essere di due tipi:
Interne: eseguite dai manager dell'impresa per conoscere i punti di forza e debolezza e per fissare gli obiettivi aziendali
Esterne: eseguite dagli stakeholder (finanziatori come banche, investitori, società specializzate) interessati alla situazione economico-patrimoniale dell'impresa.

L'analisi può essere svolta per indici o per flussi.

Una volta eseguita l'analisi c'è l'interruzione, che prevede 3 fasi:
1. interpretazione letterale: si comprende l'esatto significato delle voci del bilancio
2. interpretazione revisionale: si valuta l'attendibilità del bilancio, verificando che gli importi coincidano con quelli reali
3. interpretazione prospettica: si pongono i dati in relazione per avere gli indicatori storico-consuntivi e previsionali per orientare le decisioni future dell'impresa.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Analisi di bilancio - Tema