Ominide 13635 punti

Violazione delle norme internazionali da parte delle Regioni


In caso di violazione di una norma consuetudinaria automaticamente recepita sul piano del diritto interno è possibile invocare la violazione indiretta dell’art. 10 Cost.
Analogamente a quanto accade per i trattati, il recepimento delle fonti consuetudinarie richiede comunque lo svolgimento di un’attività di interpretazione estensiva che ne colmi l’eventuale incompletezza (non self-executing).

In conformità a quanto disposto ex art. 117 Cost., la legge di revisione costituzionale 3 del 2001 deferisce alle regioni il compito di dare attuazione agli accordi internazionali e agli atti dell’Unione europea, nel rispetto della legge dello Stato. La disposizione citata codifica il principio dell’autonomia regionale relativamente all’attuazione degli obblighi internazionali, ovviamente con riferimento alle competenze residuali o trasversali proprie delle regioni, con eccezione per Trento e Bolzano che, previa comunicazione al Ministero degli affari esteri e al dipartimento ministeriale degli affari regionali, possono provvedere direttamente all’attuazione degli accordi internazionali ratificati (tramite forma solenne o semplificata).
In conformità al principio della configurazione unitaria dello Stato, in caso di inadempienza da parte delle regioni, l’attuazione degli obblighi internazionali a loro affidata sarà deferita agli organi centrali dello Stato.
L’art. 120 Cost. limita questa possibilità a ipotesi ben definite: il mancato rispetto di norme e trattati internazionali o del diritto comunitario; il sussistere di un pericolo grave per l’incolumità e la sicurezza pubblica; la violazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali.
In sintesi, dunque, la costituzione pone una particolare tutela nei confronti delle regioni nelle quali non venga meno l’attuazione degli obblighi internazionali.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email