Ominide 14357 punti

Villaggio globale


Quando si parla di globalizzazione si fa riferimento a un concetto multidimensionale: essa costituisce un processo di progressiva integrazione tra le diverse parti del mondo da un punto di vista economico, culturale e, in ultima analisi, giuridico e politico.

Sotto i primi due profili e grazie all’evoluzione delle tecnologie (si pensi a internet) che consentono comunicazioni in ogni parte del pianeta annullando le distanze, il mondo sta diventando un unico villaggio globale. Si aboliscono gradualmente le barriere commerciali, per arrivare a una quasi totale integrazione economica e mobilità internazionale. Si produce e si vende in tutto il pianeta. Si affermano le imprese multinazionali e le aziende iniziano a poter scegliere – con conseguenze molto discutibili sul rispetto dei diritti fondamentali – dove insediare i propri stabilimenti in modo da potersi servire di una manodopera più a basso costo. Allo stesso modo, in tutto il mondo si stanno diffondendo gli stessi usi e costumi. Il tutto è incentivato da Istituzioni mondiali che rivestono un ruolo fondamentale – come la World Trade Organization, la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale – e che mirano a favorire il libero scambio in una dimensione che supera i confini territoriali che identificano i singoli Stati. Per esempio La diffusione di abitudini alimentari come la pizza, le patate fritte, gli hamburger, i kebab, tipici solo di alcuni Paesi, ma diffusi ovunque; la possibilità di effettuare acquisti online in ogni Stato; la possibilità di prenotare un hotel in qualsiasi parte del globo da casa propria utilizzando la carta di credito per effettuare qualsiasi transazione.

Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email