Ominide 17069 punti

Le variazioni della Costituzione


Perché si parli di modifica della Costituzione, e non di trasformazione radicale tale da far considerare l’utilizzo di poteri costituenti, i caratteri identificativi originali e il nucleo essenziale (“superCostituzione”) della Costituzione da modificare devono permanere. Il ricorso al procedimento di revisione non è sempre garanzia di un intervento di modifica; infatti, se con tale metodo si andasse ad incidere su principi o istituti fondamentali si avrebbe una trasformazione radicale dell’ordinamento.

Le modifiche si distinguono in -formali (emendamento o revisione della costituzione)
e in informali (mutamenti del valore attribuito alle norme formali tale da produrre incongruenza fra testo e realtà costituzionale. Possono conseguire alla mancata attuazione della Costituzione, al formarsi di interpretazioni adeguatrici o di consuetudini adeguative)
Se le modifiche formali non richiedono alcun particolare procedimento per essere attuate, si è in presenza di una Costituzione flessibile (es. Statuto Albertino 1848); se è necessario il ricorso a procedure aggravate di revisione, che costituiscono una garanzia di stabilità dell’assetto costituzionale, si è allora in presenza di una costituzione rigida (es. Costituzioni rivoluzionarie francesi e poi tutte le successive).
Le modalità di revisione del testo costituzionale tramite organi e procedimenti speciali sono diverse:
- attività di revisione del Parlamento con procedimento ordinario (per Costituzioni flessibili);
- attività del Parlamento con peculiarità rispetto al procedimento ordinario in riguardo a tempi (es. Cost. portoghesi 1911 e 1933, ogni 10 anni) e iniziativa (es. Cost. spagnola 1812, iniziativa solo al re);
- attività del Parlamento con maggioranze qualificate: maggioranza assoluta (es. Brasile 1946), dei due terzi (es. Germania 1919), dei tre quinti (es. Brasile 1988), unanimità o tre quarti in due votazioni successive (es. Liechtenstein 1921);
- parlamento delibera inizio revisione, l’Assemblea viene sciolta, seguono le elezioni, la revisione viene affidata alla nuova Assemblea parlamentare. Si distinguono, quindi, assemblea di iniziativa e assemblea di deliberazione (es. Grecia 1975);
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email