Ominide 13635 punti

Tribunali penali internazionali


Al termine della Seconda guerra mondiale, l’Onu incaricò la CDI di codificare i crimini contro la pace e la sicurezza dell’umanità e di valutare la formazione di una CPI permanente. I lavori, però, furono sospesi nel 1954 e ripresero solo nel 1981, acquisendo un ruolo significativo solo in seguito alla conclusione della guerra fredda: l’istituzione di due tribunali penali internazionali (rispettivamente per l’ex-Yugoslavia e il Ruanda) favorì l’entrata in vigore, nel 2002, dello statuto della CPI adottato dalla conferenza di Roma.
La CPI si configura come strumento complementare rispetto alle giurisdizioni penali nazionali: essa può esercitare la propria giurisdizione solo in caso di denegata giustizia da parte degli stati in cui i crimini hanno avuto luogo. Inoltre, la CPI agisce sempre su richiesta del CdS ma può farlo solo se lo stato di cittadinanza del presunto responsabile o quello in cui i crimini sono stati perpetrati sia parte dello statuto oppure abbia reso una dichiarazione ad hoc di accettazione della giurisdizione della corte. Infine, l’art. 5 limita l’intervento della CPI a quattro categorie di crimini: genocidio; crimini di guerra; crimini contro l’umanità e aggressione. In particolare, per ciò che attiene all’ultima fattispecie l’ONu ha stabilito che la condotta criminosa può essere considerata tale solo se attribuibile a un dirigente politico o militare e dovrà costituire una violazione manifesta della carta delle nazioni Unite.
Gli artt. 13 e 16 dello statuto CPI disciplinano i rapporti che intercorrono tra il CdS e la corte: il primo prevede il potere del CdS di attivare la Corte in relazione a un caso specifico (potere di referral); il secondo, al contrario, attribuisce al consiglio la possibilità di bloccare, anche solo temporaneamente, l’esercizio della giurisdizione della CPI.
In sostanza, dunque, la Corte penale internazionale è tenuta a rispettare i limiti di esercizio del proprio potere e, contestualmente, la Commissione di diritto internazionale è obbligata a fare lo stesso.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email