Ominide 13637 punti
Struttura e funzioni della Banca Centrale Europea e della Corte dei conti UE

La Banca Centrale Europea (BCE) è dotata di personalità giuridica propria e di un elevato grado di indipendenza rispetto alle altre istituzioni e ai governi, sancita dal divieto di sollecitare o accettare istruzioni; ad essa sono attribuiti anche poteri normativi. Ha sede a Francoforte.
Il presidente della Bce è nominato per 8 anni, con mandato non rinnovabile, dal Consiglio europeo a maggioranza qualificata, insieme agli altri 5 membri del comitato esecutivo (membri a loro volta del consiglio direttivo insieme ai governatori delle banche centrali nazionali).
La BCE ha un ruolo fondamentale in materia di politica monetaria, disponendo del «diritto esclusivo di autorizzare l’emissione di banconote in euro all’interno dell’Unione». La BCE e le banche centrali nazionali costituiscono il Sistema europeo di banche centrali (SEBC, fra tutti gli stati) e l’Eurosistema (fra i soli stati della zona euro), il cui compito principale è assicurare «il mantenimento della stabilità dei prezzi», nonché sostenere le politiche economiche generali dell’Unione
La Corte dei conti è composta da membri, uno per ciascuno stato, nominati per 6 anni dal Consiglio. La sua funzione è assicurare il controllo dei conti attraverso l’esame delle entrate e delle spese dell’Unione: la Corte «controlla la legittimità e la regolarità» di ogni entrata e spesa e «accerta la sana gestione finanziaria», riferendo sulle attività svolte alle altre istituzioni dell’Unione; casi sospetti di frode o corruzione nella gestione dei fondi Ue sono segnalati all’Ufficio Europeo per la lotta antifrode (OLAF).
Sono infine previsti due organi consultivi che assistono Parlamento europeo, Consiglio e Commissione: a) il Comitato economico e sociale, composto da rappresentanti delle categorie economiche e produttive, e b) il Comitato delle regioni, composto da rappresentanti degli enti regionali e locali; i loro membri, fino a 350, sono nominati dal Consiglio (artt. 300-307 TFUE).
In sintesi, quindi, il funzionamento dell’Unione europea è demandato, oltre agli organi principali (Consiglio europeo, Parlamento e Consiglio dei ministri) anche a enti di natura economica (Corte dei Conti e Banca Centrale europea).
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email