Ominide 11997 punti

la scientifizzazione del problema criminale in età moderna


Nel corso del XVI secolo la materia penale fu riconosciuta come branca autonoma del diritto; in particolare, nel 1509, al giurista Ippolito Marsili fu affidata la prima cattedra di diritto penale presso l’università di Bologna. Fino al 1509 la didattica penale si fondava sulla summa divisio tra ius civile e ius canonico; in seguito all’introduzione della cattedra di diritto criminale, però, si sviluppò una visione complessiva della materia penale, senza più distinguere tra ambito procedurale e sostanziale.
La fondazione di una vera e propria scienza del diritto penale viene attribuita a tre giuristi operanti nel 500: Giulio Claro; Tiberio Deciani; Prospero Farinacci
Giulio Claro, allievo di Andrea Alciato attento tanto alla pratica quanto alla consuetudine, diede vita a una delle più importanti opere di diritto penale scritte durante l’età moderna: il libro V delle Receptae sententiae. L’opera, suddivisa in 22 paragrafi, espone i principi generali dei delitti pubblici, privati ed ecclesiastici, esamina in ordine alfabetico i singoli reati (dall’adulterio all’usura) e, nell’ultimo paragrafo, offre un quadro ampio del diritto processuale penale.
Tiberio Deciani, docente universitario e consiliatore, scrisse invece il Tractatus criminalis, opera suddivisa in nove libri inerenti ai delitti (I-III), al processo penale (IV-VI) e alla classificazione delle fattispecie criminose (VII-IX). I primi tre libri evidenziano la natura colposa o dolosa dei delitti, la seconda parte propone il modello accusatorio romano e gli ultimi tre libri presentano un’esposizione sistematica dei singoli crimini (delitti contro dio, contro lo stato, contro il prossimo e contro se stesso).
Prospero Farinacci, infine, attenzionò il diritto criminale carcerario. Egli scrisse diversi volumi di consilia criminali, dei quali il più noto è «Praxis et theorica criminalis», opera che consta di 8 volumi i quali costituiscono una vera e propria enciclopedia di diritto penale. Il giurista propone diverse soluzioni ai problemi inerenti al diritto criminale, in parte ispirate alla communis opinio e in parte proprie del pensiero dell’autore.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email