Rapporti tra autorità amministrative e cittadini


I rapporti tra autorità amministrative e i cittadini non si esauriscono nell’ambito pubblicistico, vale per l’amministrazione lo statuto generale per la responsabilità civile, per i danni arrecati a terzi. Tale responsabilità riguarda la lesione di diritti soggettivi e di interessi legittimi.

Gli strumenti di giustizia amministrativa tendono a proteggere le posizioni giuridiche sostanziali dei cittadini di fronte al cattivo uso dei poteri amministrativi, così come di fronte a ogni tipo di lesione antigiuridica derivante dall’azione amministrativa: sia di tipo provvedimentale, sia comportamentale.

La tutela annullatoria e la tutela risarcitoria completano il sistema e ne garantiscono l’effettività insieme ad altri strumenti.

Il diritto amministrativo presenta istituti e discipline che si differenziano da quelli che regolano i rapporti tra i privati, a cominciare dai principi del diritto amministrativo:
- Che connotano l’intera materia (principio di legalità, principio di imparzialità);
- Principi che connotano un ampio settore del diritto amministrativo quali l’organizzazione (principio di sussidiarietà e principio di leale collaborazione) l’attività provvedimentale (principi di affidamento e di ragionevolezza), ecc.
I principi sono precetti normativi che si caratterizzano per l’ampia latitudine del proprio ambito applicativo, non è limitato a tutte le fattispecie di una medesima serie = astrattezza delle norme, ma si estende a serie di fattispecie non predeterminate, il principio può operare anche in ambiti privi di una propria regolazione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email