Sapiens Sapiens 15314 punti

Principio di laicità


Non è sancito esplicitamente dalla Costituzione; tuttavia, esso si desume implicitamente dalle norme contenute in alcuni articoli (2, 3, 7, 8, 19, 20), come previsto dalla sentenza della Corte costituzionale n°203 del 12 aprire 1989 (invece la Costituzione francese - art. 1 - lo dichiara esplicitamente).
Esso può avere un’accezione negativa e positiva:
• negativa, perché lo Stato NON DEVE farsi influenzare da principi religiosi e NON DEVE subire l’ingerenza da parte di istituzioni confessionali;
• positiva, perché lo Stato DEVE mantenere un atteggiamento imparziale ed equidistante da tutti i credi religiosi, fermo restando la possibilità di regolare bilateralmente i rapporti con la Chiesa cattolica, tramite lo strumento concordatario re con le altre confessioni religiose, ricorrendo alle Intese.
La Corte costituzionale ha assunto il principio di laicità al rango di principio supremo ) perché è considerato uno dei profili della forma di Stato delineata dalla Costituzione repubblicana) e ne ha individuato i seguenti corollari:
• pluralismo confessionale che garantisce la protezione della coscienza di tutti
• divieto di discriminazione fra culti, in base al minore o maggiore numero degli appartenenti alla stessa confessione
• distinzione fra l’ordine delle questioni civili e l’ordine di quelle religiose (es. un’obbligazione di natura religiosa ed il vincolo che ne deriva nel relativo ambito non possono essere imposti per un fine proprio dell’ordinamento processuale dello Stato).
• equidistanza ed imparzialità della legislazione rispetto ad ogni confessione religiosa.
Pertanto, in sintesi, in base al principio di laicità, lo Stato
• considera tutte le fedi religiose equiparate (mentre con lo Statuto Albertino ed il regime fascista la religione cattolica era la religione di Stato e le altre religioni erano tollerate),
• deve essere equidistante ed imparziale,
• deve garantire la protezione della coscienza di ciascun cittadino
Dal principio di laicità deriva una forma di Stato pluralistica in cui possono convivere credi religiosi, culture e tradizioni diverse.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email