Ominide 16557 punti

Passeggeri di autobus, treni e taxi


Il previo acquisto del biglietto incompleto (valido per treni e autobus) è considerato il pagamento anticipato di un contratto che verrà concluso successivamente, cioè quando il passeggero deciderà di fruire della prestazione salendo a bordo dell’autobus o del treno. Il mancato acquisto di un biglietto valido o l’obliterazione dello stesso costituiscono un inadempimento contrattuale.
Il controllore è tenuto a multare o a far scendere il passeggero alla fermata successiva: nella seconda ipotesi egli mette in pratica la cosiddetta «eccezione di inadempimento», secondo la quale la mancata esecuzione della prestazione contrattuale consente alla controparte di rifiutare l’adempimento della propria obbligazione. Con riferimento al biglietto incompleto non è possibile parlare di clandestino: nel momento in cui si sale a bordo del mezzo si conclude il contratto e si diviene passeggeri.

Il mancato acquisto del biglietto costituisce l’inadempimento della prestazione del contratto già concluso.
Una disciplina particolare riguarda il trasporto tramite taxi. A tal proposito gli studiosi distinguono due casi a seconda che il servizio venga svolto:
- tramite una chiamata diretta;
- tramite radio taxi.
Nel primo caso il contratto si conclude nel momento in cui il passeggero sceglie o accetta l’usufruizione del mezzo di trasporto; nel secondo, invece, la conclusione del contratto coincide con il momento in cui il passeggero riceve conferma del numero della macchina che a breve lo raggiungerà.
Se la macchina arriva in ritardo, il passeggero avrebbe diritto ad ottenere un risarcimento dei danni alla luce di un contratto già concluso: deve però trattarsi di un ritardo considerevole.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email