Ominide 16556 punti

Parlamento Ue e manifestazione del consenso nel Consiglio


Il Consiglio Ue decide all’unanimità solo quando i trattati lo prevedono espressamente (per esempio, in materia di politica estera e sicurezza comune, ma non in tutti i casi, e di difesa comune: artt. 31 e 42 Tue; sulle risorse proprie e sul quadro finanziario pluriennale: artt. 311-312 Tfue; sulle azioni non previste dai trattati: art.
352 Tfue).
Quando il Consiglio discute e vota progetti di atti legislativi, le sue sedute sono pubbliche: a questo scopo ogni sessione è divisa in due parti, quella pubblica e quella non pubblica. Le riunioni sono preparate da un comitato costituito dai rappresentanti permanenti degli stati membri: organo che svolge un ruolo di notevole rilievo, noto col suo acronimo Co.re.per. (art. 240.1 TFUE).
Dal Consiglio deve essere distinto il parlamento europeo. Esso è composto da 751 membri (705 dal maggio 2019), garantendo la rappresentanza dei cittadini dei singoli stati in modo degressivamente proporzionale rispetto alla loro popolazione, con un minimo di 6 seggi per stato e non più di 96 (ciò vuol dire che il numero per ognuno degli stati, rispetto agli altri, cresce in relazione all’entità della popolazione, ma in proporzione via via minore). I membri del Parlamento europeo sono eletti per 5 anni direttamente dai cittadini dell’Unione con formule tutte proporzionali, sulla base di alcuni principi comuni adottati dal Consiglio, ma diverse l’una dall’altra. Ciascuno stato membro ha infatti la sua legge elettorale: non esiste ancora, anche se è prevista dal Tfue, una legge elettorale uniforme. Ciò si riflette sulle formule adottate (fermo restando il principio proporzionale, con un’eventuale soglia di sbarramento: v. decisione 2002/772/Ce), sull’elettorato attivo (in alcuni casi è legato alla residenza, in altri no), sull’elettorato passivo (va dai 18 anni ai 25) e così via.
Lo status giuridico dei parlamentari europei (cioè l’insieme dei diritti e doveri che spettano a ciascuno di essi, inclusa l’indennità), invece, è uguale per tutti.
Il Parlamento europeo è organizzato secondo il modello delle moderne assemblee rappresentative: i suoi membri si ripartono in gruppi politici, composti da non meno di 25 deputati eletti in almeno un quarto degli stati.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email