Ominide 13635 punti

Marchio commerciale


Il marchio è importante perché consente di distinguere i prodotti e i servizi che un’azienda mette a disposizione dei consumatori. Il marchio si definisce come un contrassegno che può essere grafico o figurativo, applicato ai prodotti di un’azienda per distinguerli dai beni di diverso genere e da quelli realizzati da altre imprese.
Gli elementi identificativi dell marchio possono essere di vario genere: la sua originalità può riguardare un disegno, una parola, un colore o persino una semplice nota musicale. Affinché il marchio possa essere definito tale esso deve presentare cinque diversi requisiti: originalità, verità, novità, conformità alla legge e al buon costume, la mancata violazione di diritti esclusivi dei terzi (diritti d’autore o industriali).
In primo luogo, il marchio deve avere un’efficacia di individuazione del prodotto: esso non deve essere confondibile con un marchio simile o identico.
A proposito dell’ooriginalità si distingue tra:
- marchi forti, dotati di una forte originalità e, pertanto, maggiormente idonei a individuare il prodotto;
- marchi deboli, al contrario improntati a una terminologia di uso comune e, dunque, più deboli in quanto meno tutelabili.
Ad esempio, nell’ambito di una recente controversia giudiziaria, il marchio forte delle merendine Bondì è stato maggiormente tutelato rispetto al marchio di un prodotto definito «Bonnì» e immesso nel mercato.
L’originalità e la verità cui il marchio deve attenersi si devono riferire all’ambito commerciale in cui il prodotto è immesso.
In sintesi, dunque, il marchio deve sempre presentare le caratteristiche sopraindicate affinché possa essere definito tale.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email