Ominide 8291 punti

Punto di vista interno e esterno secondo Hart


la comprensione del diritto come gioco richiede un’analisi dal punto di vista interno. Hart distingue due modi tramite cui guardare il diritto:
1. Punto di vista esterno: guardare il gioco sociale del diritto dal punto di vista esterno vuol dire vedere una regolarità di comportamento, cioè limitarsi a constatare che due o più individui fanno la stessa cosa. Ciò non consente però di comprendere in cosa tale gioco consista. Consideriamo, ad esempio, due persone che camminano insieme per strada, una a fianco all’altra. Se dopo qualche minuto essi imboccano la stessa traversa: ciò non consente di comprendere se tale coincidenza sia frutto del caso oppure un’interazione sociale voluta. Se essi a un certo punto cominciano a parlare, non sarà possibile definire nemmeno questo fenomeno: anche tale circostanza potrebbe essere frutto di un contesto occasionale. Osservare dal punto di vista esterno, pertanto, dimostra solo che due soggetti interagenti si comportano nello stesso modo, senza però comprendere se tale affinità è occasionale o voluta;
2. Punto di vista interno: guardare il gioco sociale dal punto di vista interno vuol dire entrare a far parte del suddetto gioco o comportarsi come se così fosse. L’unico modo tramite cui sarà possibile comprendere se tale interazione è occasionale o voluta è entrare a far parte di tale «gioco sociale» per scoprirne le caratteristiche in prima persona. L’unico modo per comprendere un gioco sociale, dunque, è giocarlo oppure guardarlo con lo stesso atteggiamento di colui che lo sta giocando davvero. Il diritto, dunque, può essere compreso solo da chi gioca seguendo le sue regole di base (regole d’uso).
La norma fondamentale presupposta che Hart attribuisce ad ogni ordinamento giuridico, dunque, è la norma di riconoscimento.
Dopo Hart il positivismo giuridico è stato oggetto di forti critiche, tra le quali spicca quella avanzata da Guido Fassò, filosofo che evidenziò la tendenza dei giuspositivisti a ridurre il fenomeno giuridico ad un unico oggetto (la norma) al fine di costruire un sistema logico-coerente.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email