danyper di danyper
Sapiens 9923 punti

Giustizia politica e Presidente degli Stati Uniti D’America


Il congresso esercita il ruolo costituzionale della cosiddetta «giustizia politica»: la Camera dei rappresentanti può promuovere la procedura di impeachment e porre in stato di accusa (per tradimento, corruzione o collusione) il Presidente, che verrà giudicato esclusivamente dal Senato (in questo caso presieduto dal presidente della Corte suprema).

Il Congresso può anche revisionare la costituzione: per farlo, deve però attenersi a un meccanismo complesso che richiede l’intervento della maggioranza dei due terzi delle due Camere federali e di tre quarti degli Stati membri.
Il Presidente e il vicepresidente degli USA sono eletti per un mandato di quattro anni dal corpo elettorale. Originariamente non vi era alcun limite di mandato: oggi, invece, il ventiduesimo emendamento vieta l’eleggibilità per più di due volte. L’elezione prevede due fasi:
- in ogni stato vengono scelti degli elettori presidenziali (detti «grandi elettori»). Il loro numero è equivalente a quello dei deputati e dei senatori di ogni Stato;
- poi ha luogo la votazione popolare. Dopodiché i grandi elettori, riuniti in un apposito organo federale chiamato «Electoral College», designano Presidente e vicepresidente. Purtroppo, non sempre la scelta dei grandi elettori coincide con il voto popolare: finora quest’ipotesi si è verificata cinque volte, l’ultima nel 2016.
Il Presidente degli Stati Uniti è il capo dello Stato e del potere esecutivo. Pertanto, è tenuto a determinare l’indirizzo di governo. Come capo dell’esecutivo, il Presidente può avvalersi di propri fiduciari (fra i quali è particolarmente rilevante il segretario di stato). Non si tratta mai di membri del Congresso e spesso vengono messi a capo dei singoli dicasteri amministrativi.
Inoltre, anche se la competenza di formale di dichiarare lo stato di guerra spetta al Congresso, il Presidente è il titolare esclusivo delle forze armate. Infine, il Presidente può condizionare l’operato del Parlamento tramite la sospensione, anche sine die, delle leggi, che può essere superata solo tramite un’ulteriore votazione a maggioranza dei due terzi.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email