Video appunto: Forme di mercato (3)

Forme di mercato



La concorrenza perfetta è la forma di mercato caratterizzata dalla presenza di numerosi offerenti e richiedenti, prodotti omogenei e un prezzo unico che si forma sul mercato.
Il monopolio è la forma di mercato contrapposta alla concorrenza perfetta in quanto l’offerta è concentrata in un solo offerente.

Il mercato può avere origine per legge (monopolio legale) o può essere determinato da particolari condizioni ambientali ( monopolio naturale ). Monopolio sociale lo stato assicura a un’impresa l’esclusiva dell’offerta di determinati beni e servizi. Il monopolio naturale si verifica quando un bene è unico per natura e non esistono beni succedanei che possono sostituirlo.
Il monopolio di fatto è ostacolato dalla legge, in quanto l’offerta di un certo prodotto concentrata in un unico produttore o venditore privato che provoca svantaggi ai consumatori e squilibri al sistema economico.
Il monopolio è la forma di mercato caratterizzata dalla presenza di un solo offerente, da molti acquirenti e dell'esclusività del prodotto di cui il monopolista può stabilire il prezzo o la quantità offerta. La concorrenza imperfetta è la forma di mercato in cui l’offerta è distribuita tra una pluralità di imprese e la domanda tra numerosi acquirenti, i beni sono differenziati e offerti a prezzi diversi. L’oligopolio è la forma di mercato caratterizzata dalla presenza di poche imprese che offrono beni omogenei o differenziati a cui corrispondono rispettivamente un prezzo unico o prezzi diversi. L’oligopolio è caratterizzato da pochi offerenti, che dispongono di ingenti capitali e realizzano la produzione su vasta scala, tanto che sono in grado di agire sul costo di produzione e sul prezzo.

Nel caso di beni omogenei o strumentali i singoli imprenditori si fanno concorrenza tra loro e spesso è l'impresa leader che decide la quantità da produrre e il rispettivo prezzo. Se invece si tratta di beni differenziati e tra loro sostituibili, ogni impresa adotta strategie diverse per accaparrarsi la più vasta area di mercato.
Gli oligopolisti anzichè operare fra tante incertezze e farsi la guerra gli uni con gli altri che possono dar vita a cartelli o trust, il cartello è un accordo tra imprese operanti nello stesso settore per spartirsi il mercato o stabilire determinati livelli di produzione al fine di controllare la concorrenza. Il trust è una concentrazione di imprese legate tra loro da qualche forma di proprietà comune.
Di solito a capo del gruppo vi è una società capogruppo che controlla le altre società componenti attraverso la partecipazione azionaria.