Ominide 24516 punti

Entrate e spese in bilancio


L’effetto di limitazione del bilancio statale vale solo per la spesa, e non si verifica nei confronti delle entrate. La legge di bilancio certamente autorizza l’accertamento e la riscossione delle entrate pubbliche (quelle tributarie, ad esempio), ma ad esse non pone limiti massimi.
Se le entrate che lo Stato incassa o verifica che potrebbe incassare risultassero superiori a quanto previsto nelle autorizzazioni di bilancio, se cioè ad esempio il gettito dei tributi fosse superiore alle attese, le (minori) previsioni di bilancio non impedirebbero affatto all’amministrazione di incassare quelle entrate e di impiegarle.

Non vi sarebbe bisogno, per questo, di modificare la legge di bilancio approvata.

La riserva di legge in materia di Bilancio, intesa in modo rigoroso, comporta che la legge di bilancio approvata dal Parlamento non possa, in linea di principio, essere modificata da decreti-legge o da decreti legislativi.
A onor del vero, però, bisogna distinguere i diversi contenuti della legge di bilancio, che è divisa in due sezioni (disposizioni in materia di entrata e di spesa e relative previsioni, art. 15 l. 243/2012).
Decreti legge o decreti legislativi successivi non potrebbero modificare direttamente la sezione seconda della legge di bilancio, con cui si quantificano e si autorizzano appunto le entrate e le spese, formata sulla base della legislazione vigente (si tratta della sezione “contabile” della legge di bilancio, composta dagli stati di previsione dell’entrata e delle spese).
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email