El_Debs di El_Debs
Erectus 817 punti

Diversi tipi di norme

Spieghiamo le norme. Portare rispetto ai genitori, attraversare sulle strisce, non danneggiare gli oggetti degli altri.
Dunque, le norme sono comportamenti che dobbiamo rispettare o evitare, ad esempio, per non essere sgridati dai nostri genitori, per non essere investiti sulla strada, per non dover pagare i guai causati alle cose altrui.
Però non tutte le norme, hanno lo stesso valore. Quest’ultime fanno riferimento infatti a momenti differenti della vita, ai quali possiamo conferire superiore o inferiore valore:
• Norme sociali, che sono degli atteggiamenti che concedono una vita in comune più civile e in pace. Ad esempio, concedere il posto a sedere al più anziano, dare un saluto alle persone che conosciamo oppure mangiare in modo decoroso. Dunque, esse sono norme "di buona e bella educazione". In Italia, queste regole sono lasciate in eredità anche nel Galateo.
• Norme morali, suggerite dalla coscienza. Ad esempio, essere sinceri oppure non diffamare un compagno per le sue problematiche, anzi aiutarlo come meglio si crede.
• Norme religiose, decretate dalla religione in cui qualsiasi persona ne appartiene. Ad esempio, il precetto di consacrare gli avvenimenti per un cattolico o limitare i cibi durante il mese del ramadan per un musulmano. Ma spesso la differenza tra tali tipi di norme non è chiara e ben definita, infatti, alcuni comportamenti come portare rispetto ai nostri genitori, sono valutati un dovere sia dalla religione, dalla morale e dalla comunità in cui viviamo.
Le norme sociali, morali, religiose, ovvero quelle non giuridiche, hanno una caratteristica in comune, non sono obbligatorie. La loro rilevanza nella nostra vita dipende soltanto da noi, per cui siamo noi che decidiamo se rispettare tali regole. Esse possono essere trasgredite senza una punizione, oppure con una conseguenza molto ristretta. Ad esempio, se trasgrediamo una norma sociale perché ci comportiamo in modo scorretto e maleducato, riceviamo semplicemente un rimprovero.
Sono molto differenti invece quelle regole chiamate norme giuridiche. Esse sono le norme stabilite dallo Stato e tutti sono obbligati a rispettarle. La loro trasgressione causa infatti conseguenze molto più serie rispetto alla trasgressione delle norme non giuridiche, difatti se non si rispetta una norma giuridica si affronterà una punizione chiamata sanzione. Ad esempio, Matteo guida di sera verso casa dopo aver bevuto con la sua comitiva di amici. La polizia lo ferma e il suo tasso alcolico risulta superiore a 1,5. La pena che dovrà affrontare Matteo comprende in una sanzione detentiva, cioè che Matteo può andare in carcere. In più c’è il ritiro della patente fino a due anni, perdendo dieci punti e addirittura il sequestro del veicolo.
Adesso, abbiamo perfettamente compreso la definizione di diritto. Il diritto è il raggruppamento delle norme giuridiche determinate in uno Stato e delle sanzioni che si ricevono al momento della loro trasgressione.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email