Ominide 6537 punti

Distinzione giuridica dei beni nel mondo romano


Beni mobili e beni immobili

- Sono beni immobili il suolo (res soli) e ciò che vi è incorporato stabilmente;
- Sono beni mobili quelli che possono trasportarsi da un luogo a un altro.
Si tratta di una distinzione particolarmente importante soprattutto in materia di usucapione, nella quale il tempo necessario per usucapire è determinato sulla base della differenza tra res soli e ceterae res (due anni per la prima categoria, uno per la seconda).

Beni fungibili e infungibili

- Le cose fungibili sono tutti quegli oggetti che possono essere sostituiti o scambiati fra loro (come ad esempio il denaro);
- Le cose infungibili, invece, sono tutti quegli oggetti dotati di una specifica individualità per cui essi non possono essere sostituiti o cambiati fra loro.

Cose consumabili e cose inconsumabili

- Sono definite «consumabili» tutte le cose idonee a essere usate una sola volta: il loro uso unitario ne determina la perdita;
- Sono invece definite «inconsumabili» le cose che ammettono un uso ripetuto. Tale distinzione acquisisce efficacia in particolare nell’ambito contrattualistico, come ad esempio nel comodato d’uso, nel quale il comodante consegna al comodatario un bene che deve necessariamente essere inconsumabile e infungibile: il comodatario potrà usufruire di tale oggetto gratuitamente, ma egli sarà tenuto a restituirlo al proprietario entro il limite concordato (per il divieto di interversione del possesso, infatti, il comodatario non può trasformare, per un putativo atteggiamento psicologico, il comodato in possesso e tantomeno in proprietà): il comodatario non potrà restituire un bene analogo a quello acquisito, bensì necessariamente lo specifico oggetto che ha preso in comodato d’uso.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email