Ominide 14358 punti
L’informazione presenta, oltre a un aspetto attivo (il diritto di informare) anche un aspetto passivo, il diritto all’informazione o diritto a essere informati. Questo diritto di tutta la collettività è addirittura una condizione della libertà e della democrazia. Naturalmente, si intende che deve trattarsi di informazione veritiera. È proprio dei regimi autoritari diffondere notizie ad arte per ingannare i cittadini, manipolarne le convinzioni e impedire loro di sapere come le cose effettivamente stanno. La Costituzione non proclama espressamente il diritto a essere informati. Ciò non significa che non se ne interessi ma solo che ha voluto realizzarlo attraverso il diritto di informare riconosciuto a tutti. Si è ritenuto, insomma, che il diritto a essere informati si garantisca attraverso la pluralità delle libere fonti di informazione, cioè dei mezzi di comunicazione di massa. La realizzazione di questo pluralismo è tuttavia un difficile problema per le democrazie contemporanee. La gestione delle imprese giornalistiche e radiotelevisive richiede grandi mezzi tecnici e finanziari, disponibili solo da parte di poche imprese. Inoltre, per quanto riguarda la televisione, esistono per ora insuperabili limitazioni derivanti dal piccolo numero di frequenze utilizzabili per trasmettere. Perciò, in questi settori di attività, di fatto, non può esistere la totale libertà di tutti i singoli cittadini, poiché la proprietà delle imprese editoriali e radiotelevisive finisce per concentrarsi – per ragioni finanziarie e tecniche – nelle mani di pochi soggetti. Se questi soggetti, come spesso avviene, hanno interessi in attività economiche (l’industria, la finanza ecc.) o nella lotta politica, essi potranno utilizzare i mezzi di informazione a sostegno di tali interessi. Le notizie e i commenti saranno allora forniti al pubblico in maniera tendenziosa, fuorviante, non veritiera. Per questo, il pluralismo nella stampa e nella radiotelevisione costituisce uno dei più importanti problemi costituzionali del nostro tempo, in Italia come in altri Paesi democratici.
Hai bisogno di aiuto in Diritto?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email